Le tastiere musicali, o semplicemente tastiere, sono degli strumenti musicali utilizzati sia dai principianti o dai bambini che vogliono approcciarsi al mondo della composizione musicale, sia dai professionisti, per le esibizioni dal vivo. In commercio ci sono diversi modelli che si differenziano in base la numero dei tasti, alla loro pesatura, alle dimensioni della tastiera e al costo. Ci sono, infine, le tastiere dotate di tecnologia MIDI, che emettono segnali digitali tradotti poi in suoni da altri dispositivi compatibili connessi.

Scopriamo insieme quali sono le 10 migliori tastiere musicali attualmente disponibili.

Le 11 migliori tastiere musicali

Ecco una lista contenente le 10 migliori tastiere musicali di quest'anno. Per selezionarle ci siamo basati sulle recensioni degli utenti che le hanno acquistate online e sul rapporto qualità/prezzo. Scopriamole insieme.

Bontempi 16 5415: la migliore tastiera musicale per bambini

Tastiera musicale entry level con 54 tasti, è un modello indicato per i bambini dai 7 anni in su. Con 100 suoni, 100 ritmi con gestione facilitata degli accordi, polifonia 4 note e 10 canzoni pre-registrate, Bontempi 16 5415 è un ottima per avvicinare i più piccoli al mondo della musica e della composizione. Dispone di una presa USB che consente la lettura dei brani MP3, della funzione Sequencer, per registrare ed ascoltare ciò che si suona e di 5 pads che riproducono il suono della batteria e i versi degli animali.

Numero dei tasti: 54

Pro: è una tastiera dall'ottimo rapporto qualità/prezzo per far approcciare i bambini alla musica.

Contro: alcuni utenti segnalano che i tasti sono un po' fragili, anche se idonei alla pressione esercitata da un bambino.

Yamaha PSR-F51: tastiera per principianti

Modello con 61 tasti non pesati di dimensioni regolari facile da utilizzare ma capace di garantire un buona esperienza musicale. Yamaha PSR-F51 è una tastiera perfetta per iniziare a suonare, con 120 voci, 114 basi di accompagnamento, 30 canzoni, metronomo per l'esercitazione ritmica e funzione "Duo Mode", che consente a due persone di suonare contemporaneamente. Dispone di un comodo leggio per appoggiare gli spartiti.

Numero di tasti: 61

Pro: il pannello intuitivo facile da utilizzare e le dimensioni compatte che permettono di portarla facilmente ovunque.

Contro: si tratta di un modello non professionale ma ottimo per i principianti.

Yamaha P-45B: tastiera musicale professionale

Yamaha P-45B è una tastiera professionale con 88 tasti pesati e tecnologia Graded Hammer Standard, che concede un'esperienza di suono del tutto simile a quella di un pianoforte. Il peso dei tasti, proprio come in un vero pianoforte, cambia in base al registro: infatti, sono più pesanti nei registri gravi e più leggeri in quelli acuti. Il tocco, quindi, risulta analogo a quello di un pianoforte acustico.

Numero di tasti: 88

Pro: è un modello sottile e leggero che non crea problemi di ingombro o di trasporto. Buono anche il rapporto qualità/prezzo.

Contro: nonostante il tocco sia simile a quello di un pianoforte, non è una tastiera che può sostituire in tutto questo strumento.

Casio SA-77: la migliore tastiera musicale economica

Economica e compatta, ideale per essere utilizzata anche fuori casa, Casio SA-77  è un modello con 44 tasti più piccoli rispetto a quelli di un normale pianoforte. Questa tastiera ha 100 toni, 50 ritmi, 8 note polifoniche  e 10 brani integrati che permettono di spaziare nella composizione musicale utilizzando diversi stili e generi. Nonostante sia indicata per i bambini e per i principianti, la qualità del suono risulta buona.

Numero di tasti: 44

Pro: dispone di un comodo display a cristalli liquidi che permette di gestire con facilità le sue funzioni.

Contro: essendo un modello adatto ai bambini o ai principianti, non è dotato di metronomo e di funzioni di registrazione.

Casio SA-46: tastiera musicale portatile

Facile da trasportare grazie alle dimensioni compatte, leggera e con 32 tasti, Casio SA-46 è una tastiera musicale mini ed economica. Ideale per i bambini dai 3 anni in su, i 32 mini-tasti sono perfetti per farli approcciare al mondo della composizione musicale. Dispone di 8 voci, 100 toni, 50 ritmi, due altoparlanti e jack per le cuffie. Anche questo modello di Casio dispone di display a cristalli liquidi facile da utilizzare anche per i più piccoli.

Numero di tasti: 32

Pro: è uno strumento indicato per i bambini, valido per le prime esperienze musicali.

Contro: i 32 mini-tasti, ovviamente, non sono adatti a mani esperte.

Akai Professional MPK Mini MK2: la migliore tastiera MIDI mini

Dotata di tecnologia MIDI, compatta e con 25 tasti non pesati, questa tastiera musicale di Akai è facilmente trasportabile. Può essere utilizzata sia in studio che fuori casa perché molto leggera e, grazie alla tecnologia MIDI, può essere collegata, tramite un cavo USB, al computer, o se si acquista un dispositivo apposito, ai devices iOS. I tasti risultano molto veloci da suonare e privi di qualsiasi resistenza alla pressione del tocco.

Numero dei tasti: 25

Pro: particolarmente apprezzate sono le dimensioni compatte e la possibilità di poter collegare il pedale sustain, generalmente assente in modelli così piccoli.

Contro: anche questa tastiera MIDI può risultare un po' difficile da suonare da chi ha le mani un po' più grandi, date le dimensioni dei mini-tasti.

Casio: la migliore Keyboard Controller professionale

Tastiera musicale professionale con tecnologia MIDI dotata di 88 tasti pesati. Questa Keyboard Controller di Casio è adatta ai musicisti esperti o a chi non è proprio alle prime armi, perché i tasti pesati simulano alla perfezione quelli a martelletto di un pianoforte acustico. Concedono, inoltre, un ottima resistenza al tocco e un'esperienza di suono molto vicina a quella dello strumento musicale. È possibile scaricare un App che concede anche la possibilità di accedere ad una libreria di 60 brani perfetti sia per l'ascolto che per lo studio.

Numero di tasti: 88

Pro: in dotazione arriva il pedale sustain, utile durante le esibizioni live per prolungare la nota suonata senza l'utilizzo delle mani.

Contro: quando si suonano le note basse viene percepita una leggera vibrazione, quasi impercettibile.

 Rockjam Rj-654: tastiera musicale per gli studenti

Pensata per gli studenti e con 54 tasti full-size, RockJam RJ654 è una tastiera musicale dotata di diverse modalità di insegnamento interattive. Dispone di 100 ritmi, 100 toni, per produrre suoni ed effetti diversi, di 8 canzoni demo pre-installate e di due funzioni "Sustain" e vibrato che permettono, la prima, di prolungare il suono della nota e, la seconda, di aggiungere l'effetto vibrato. Queste funzioni consentono di avere un'esperienza di suono che si avvicina a quella di un classico pianoforte.

Numero di tasti: 54

Pro: le modalità di insegnamento interattive permettono ai bambini di imparare a suonare divertendosi.

Contro: alcuni utenti Amazon segnalano che la qualità del suono potrebbe essere leggermente migliorata. Ricordiamo però che si tratta di una tastiera per bambini.

Yamaha NP-12B: migliore tastiera per rapporto qualità/prezzo

Non eccessivamente costosa ma dotata di tutte le funzionalità necessarie, Yamaha NP-12B è una tastiera con 61 tasti semi-pesati ideale anche per i principianti. Con le stesse dimensioni di quelli di un pianoforte, i tasti permettono di esercitarsi concedendo un'esperienza simile a quella di un pianoforte vero. Dispone di 10 voci, tra cui piano, organo e violini, 64 note polifoniche e 4 tipi di riverbero diversi che concedono un’esperienza ancora più realistica.

Numero di tasti: 61

Pro: il rapporto qualità/prezzo che consente di acquistare senza spendere troppo una tastiera molto valida per esercitarsi.

Contro: il volume delle casse risulta leggermente basso.

Roland Go Keys: tastiera musicale compatta

Leggera, sottile e dalle dimensioni compatte, Roland Go Keys può essere portata ovunque perché entra facilmente in una borsa. Funziona con 6 batterie AA e, grazie alla sua buona autonomia, permette di suonare a lungo anche all'aria aperta o in viaggio. Dispone di diffusori interni Bluetooth per la connessione wireless allo smartphone che ottimizza le sue funzioni e concede diverse sperimentazioni musicali.

Numero di tasti: 61

Pro: dispone di funzione Loop Mix che permette di comporre brani semplicemente suonando delle note sulla tastiera.

Contro: nonostante la sua tecnologia e le funzioni disponibili, non è un prodotto per professionisti.

Alesis Melody 54: tastiera per imparare a suonare

Alesis Melody 54 è una tastiera musicale con 54 tasti facile da utilizzare, consigliata per i principianti e per chi vuole imparare a suonare. Dispone di diversi strumenti didattici, di 40 brani dimostrativi e della modalità "One-Key" che permette di suonare delle canzoni demo seguendo il ritmo della canzone attraverso la pressione dei tasti. Ci sono, infine, ben 300 ritmi di accompagnamento che aiutano nella composizione e nella costruzione di brani originali.

Numero di tasti: 54

Pro: è dotata di un comodo leggio per visualizzare gli spartiti e di un microfono incluso. Buono il rapporto qualità/prezzo che consente di acquistare una tastiera per imparare a suonare senza spendere troppo.

Contro: anche questa tastiera non è adatta ai professionisti ma esclusivamente a chi si approccia per la prima volta al mondo della composizione.

Come scegliere la migliore tastiera musicale

Scopriamo adesso quali sono i fattori da valutare per acquistare la tastiera adatta per le proprie esigenze. Prima di sceglierne una occorre prestare attenzione ai tasti bianchi e neri, gli strumenti campionati e gli effetti, le funzioni e accessori in dotazione, la connettività e l'alimentazione. Analizziamoli insieme.

Tasti bianchi e tasti neri

Il numero di tasti bianchi e di tasti neri presenti su una tastiera musicale è il primo fattore da considerare. La presenza di più tasti, infatti, permette di avere una maggiore estensione di ottave. Un'ottava corrisponde ad un intervallo di 12 tasti, 7 bianchi e 5 neri. Le ottave possono essere almeno due o quattro, ad esempio nelle tastiere da 25, 37 o 49 tasti, fino ad un massimo di sette ottave, nelle tastiere professionali con 88 tasti. Vediamo quali sono le tastiere musicali che più comunemente si trovano in commercio.

  • Tastiera musicale da 25 tasti: hanno un'estensione di 2 ottave e sono particolarmente indicate per i principianti, anche se possono disporre di diverse funzioni. Sono compatte, leggere e facilmente trasportabili.
  • Tastiera musicale da 37 tasti: dispongono più o meno delle stesse caratteristiche del modello che abbiamo appena descritto anche se hanno un'estensione di 3 ottave.
  • Tastiera musicale da 49 tasti: si tratta di strumenti musicali che possono essere utilizzate sia dai musicisti più esperti sia da chi si approccia per la prima volta al mondo della composizione musicale. Hanno un'estensione di 4 ottave e hanno dimensioni meno compatte rispetto a quelle precedentemente descritte.
  • Tastiera musicale da 61 tasti: con un'estensione di 5 ottave rappresentano una buona soluzione per chi cerca una tastiera semi-professionale senza spendere troppo.
  • Tastiera musicale da 76 tasti: può essere utilizzata per suonare diversi generi musicali anche moderni ad un livello più professionale. Ha un'estensione di 7 ottave.  
  • Tastiera musicale da 88 tasti: sono tastiere che concedono una vera e propria esperienza da pianista, grazie all'estensione di 7 ottave, caratteristica di un pianoforte acustico.

Pesatura dei tasti

Una tastiera musicale non è dotata del sistema di martelletti, tipico di un pianoforte, ma della pesatura dei tasti, pensata per riprodurlo. Tasti pesati, tasti semi-pesati e tasti non pesati sono le tre tipologie che possiamo trovare in questo strumento musicale. Il classico pianoforte a coda, infatti, presenta un sistema di martelletti, ognuno collegato ad un tasto. Quando un tasto viene premuto fa battere il martelletto che, a sua volta, fa vibrare una corda. Quando un tasto viene toccato si percepisce una specie di piccola resistenza alla pressione: una sensazione che diminuisce man mano che ci si avvicina dalla parte sinistra della tastiera, dove sono presenti le note più gravi, a quella destra, dove ci sono quelle più acute. Vediamo nel dettaglio cos'è la pesatura dei tasti presente, invece, nelle tastiere musicali.

  • Tasti pesati: sono quelli pensati per offrire la sensibilità e la resistenza dei tasti di un pianoforte tradizionale. Inoltre, grazie alla cosiddetta Graded Hammer Action, i tasti hanno anche un peso decrescente nel momento in cui si procede dall'estremità sinistra della tastiera a quella destra. Se si vuole acquistare una tastiera da utilizzare per imparare a suonare il pianoforte classico bisogna necessariamente sceglierne una con i tasti pesati.
  • Tasti semi-pesati: offrono una sensazione al tocco differente rispetto a quella dei pianoforti perché uniscono velocità e resistenza. Proprio per questa caratteristica sono adatti per suonare strumenti acustici e rappresentano una buona scelta sia per chi è un musicista in erba, sia per chi è più esperto. Hanno una forma particolare, detta Waterfall, che ricorda quella dei pianoforti ma non hanno la classica sporgenza sull'estremità.
  • Tasti non pesati: sono quelli che non offrono nessuna resistenza al tocco e che consentono di suonare più velocemente. Anche questi tasti hanno una forma particolare, detta Diving Board, che ricorda quella di un trampolino.

Specifichiamo che nel caso delle tastiere musicali non si parla più di sensibilità ma di dinamicità del tocco.

Strumenti campionati

Gli strumenti campionati sono gli strumenti che è possibile avere a disposizione e riprodurre con la tastiera musicale. Pianoforte, strumenti a fiato, a corda o a percussioni, sono solo alcuni esempi. Le tastiere per principianti possono avere circa una o due centinaia di campioni, mentre quelli per i professionisti possono arrivare anche a 1.500/2.00 campioni.

È opportuno accennare a questo punto anche alla polifonia, ovvero la possibilità di poter suonare più note contemporaneamente. Di media è possibile arrivare ad 8 note in contemporanea, anche se ci sono modelli con livelli polifonia più alti.

Presenza di effetti

Gli effetti presenti in una tastiera musicale possono essere quelli che regolano volumi e frequenze, il pitch-bend, il modulatore ad anello e splitvoice. Scopriamoli insieme.

  • Regolazione di volumi e frequenze: la presenza di un comando per regolare il volume in uscita è presente in ogni tipo di tastiera musicale. Alcune, invece, possono essere dotate di controlli per regolare le frequenze basse, medie e alte o di sistemi di equalizzazione, generalmente presenti nelle tastiere professionali.
  • Pitch-bend: si tratta di un controller a forma di rotella presente nella parte sinistra della tastiera che serve a dare una sonorità più acuta o più grave alla nota suonata. Per l'effetto acuto basta muovere la rotella in avanti, per quello grave, indietro.
  • Modulatore ad anello: anche questo controller ha la forma di una rotella e si trova vicino al pitch-bend. Consente di modulare ed enfatizzare una nota ed ottenere un effetto simile a quello di un vibrato.
  • Splitvoice: è la possibilità di poter unire due diversi strumenti in una sola tastiera. Quando dotate di questo effetto, la tastiera è come se venisse divisa in due parti, dove nella metà sinistra ci sono le note gravi per suonare un determinato tipo di strumento (come un basso), mentre nella metà destra quelle acute per suonarne un altro (come la chitarra). Lo splitvoice aumenta notevolmente le possibilità creative di un musicista.

Funzioni e accessori in dotazione

Scopriamo adesso quali sono le funzioni e gli accessori che si possono trovare in una tastiera musicale. Generalmente, sono il metronomo, il sotto straccia, la registrazione audio, il pedale sustain e l'amplificatore. Per quanto riguarda gli accessori, particolarmente utili sono il reggi spartito, che può essere incorporato o meno, il supporto per rialzare la tastiera, difficilmente in dotazione, il seggiolino, anche questo acquistabile a parte e non sempre indispensabile, e, infine, il microfono per accompagnare il canto alla musica. Vediamo nel dettaglio quali sono, inveve, le funzioni indispensabili per una tastiera musicale.

  • Metronomo: si tratta di strumenti in legno a carica manuale dotati di una pendola indispensabili sia per i principianti sia per i musicisti esperti. Vengono utilizzati per scandire il tempo in BPM (battiti al minuto) attraverso un segnale visivo e acustico e serve per aiutare a migliorare il senso del ritmo.
  • Sotto traccia: si tratta di tracce già presenti all'interno della tastiera musicale e che servono per imparare ad improvvisare o per studiare un brano. Sono, infatti, basi ritmiche o melodiche sulle quali è possibile suonare
  • Registrazione audio: è la possibilità di poter registrare un brano eseguito per poterlo riascoltare ed eventualmente correggersi e migliorarsi.
  • Pedale sustain: serve per prolungare la nota suonata e modificarne l'estensione senza l'utilizzo delle mani e, per questo motivo, particolarmente utile per chi si esibisce dal vico. In alcuni casi arriva in dotazione, mentre in alcune tastiere è solo presente l'ingresso per collegarlo.
  • Amplificatore: un sistema di amplificazione incorporato permette di suonare ad un volume più alto anche se non hanno una potenza tale da poter permettere di utilizzare la tastiera dal vivo con l'accompagnamento di altri strumenti.

Connettività

Prima di acquistare una tastiera musicale è fondamentale valutare la connettività che può essere USB, MIDI, Jack audio e via cavo.

  • USB: la porta USB può essere utilizzata sia come ingresso per consentire l'inserimento di penne USB, sia come output per il collegamento ad un computer. Quest'ultima possibilità permette di poter sfruttare diversi software musicali dedicati che aprono diverse porte alla creatività musicale.
  • MIDI: la tecnologia MIDI è stata ideata per mettere in comunicazione diversi strumenti musicali, come le tastiere MIDI, appunto, con diversi dispositivi tecnologici compatibili, come PC, tablet, mixer, ecc.). La compatibilità MIDI è un fattore fondamentale da considerare se si vuole utilizzare la tastiera per esibizioni dal vivo o se la si vuole connettere, ad esempio, al computer.
  • Jack Audio: sulle tastiere musicali potrebbero esserci due uscite per cavo jack con differenti funzioni. Nel caso in cui si volesse collegare la tastiera ad un amplificatore per ottimizzare il volume è necessario che ci sia un'uscita jack da 6.35 mm. Se, invece, occorre un'uscita per collegare le cuffie, occorre un'uscita jack da 3.5 mm
  • Via cavo: alcune tastiere musicali possono presentare porte S/PDIF e mLAN che permettono di connettere la tastiera ad altri dispositivi, come un computer, un tablet o una scheda audio esterna.

Sistema di alimentazione

Importante da valutare è anche il sistema di alimentazione della tastiera musicale che può essere o a batterie o via cavo. Nel primo caso, ovviamente, non occorre una presa della corrente per il funzionamento, ma delle batterie o, in alcuni casi, delle pile stilo, che possono essere ricaricate. Per quanto riguarda l'alimentazione via cavo, occorre che in dotazione con lo strumento arrivi un trasformatore che permette alla tastiera di funzionare quando collegato ad una presa.