Nel pieno del suo tour negli Stadi, Ligabue entra anche nel novero dei cantanti che si sono trasferiti per qualche giorno a Paperopoli, la città di Paperino e Qui Quo Qua che lo ha visto protagonista per un numero speciale di Topolino, appunto in cui il cantante di Correggio ha assunto le sembianze Disney con tanto di canzoni adattate al contesto: e così "Luci d'America", primo singolo estratto dal suo nuovo album  "Start", pubblicato lo scorso marzo, è diventato "Luci di Paperopoli". Il cantante, quindi, si trasforma in Liga Duck e tra una tappa e l'altra del suo tour fa una sosta nella città disneyana: l'alter ego del cantante infatti è un papero che suona assieme a Paperino fin dalla copertina di Topolino 3318, firmata da Alessandro Perina, in edicola questa settimana.

Intervista speciale al cantante

"All’interno del settimanale è presente un’intervista speciale al cantante fatta da Jacopo, batterista modenese di 9 anni, per l’occasione Toporeporter, ovvero giornalista sul campo: tra consigli da musicista, domande di vita quotidiana, battute sul calcio e pose a favore di obiettivo, il risultato è un mix di simpatia e intesa reciproca" si legge nel comunicato della Panini con cui si annuncia questo ingresso del cantante nel mondo Disney.

Cosa farà Ligabue a Paperopoli

Proprio dalla lunga intervista sono nati anche gli spunti per le sceneggiature delle tre tavole a fumetti scritte da Francesca Agrati e Davide Catenacci per i disegni sempre di Alessandro Perina: "Liga Duck, tra palco e disneyanità, convincerà Pico De Paperis a sperimentare l’energia pura della musica live, si farà aiutare dalla famiglia dei paperi (ottimi “compagni di viaggio”) a organizzare un concerto e regalerà sogni di rock’n’roll a tutti i suoi nuovi amici. Ovviamente il tutto interpretando le sue hit più famose… in versione disneyana: Luci di Paperopoli, Balliamo sul Melo, Gazzosa e Pop-corn" si legge ancora nella nota stampa.