Il venerdì è giornata di nuove uscite musicali. E sono vari i video usciti in questi ultimi giorni, ma nello specifico abbiamo voluto segnalarvi quattro progetti completamente differenti l'uno dall'altro, così da incontrare vari gusti. C'è Francesco Gabbani, una delle sorprese di questo 2017, vincitore del festival di Sanremo che rende omaggio ai Wham! nel video del suo ultimo singolo "La mia versione dei ricordi", c'è uno dei migliori rapper italiani, Salmo, che ha pubblicato un nuovo singolo e, come sempre accade quando si parla di lui, l'attesa era enorme. Poi c'è il ritorno di Bianco, uno dei cantautori che l'Italia dovrebbe tenersi più stretto, come ha capito Niccolò Fabi, che ha scelto lui e la sua band per l'ultimo tour e infine un progetto elettronico e speciale, quello dei Deproducers che unisce quattro delle più fervide menti musicali italiane che hanno dedicato l'ultimo lavoro alla natura, facendosi aiutare dal neurobiologo vegetale Stefano Mancuso.

Francesco Gabbani – La mia versione dei ricordi

Francesco gabbani sceglie "La mia versione dei ricordi" come nuovo singolo estratto da "Magellano" e lo fa rendendo omaggio con il video a "Last Christmas", uno dei successi più noti dei Wham! di  George Michael e Andrew Ridgeley. Il video della canzone – girato da Tiziano Russo, per la casa di produzione pugliese Passo Uno -, infatti, rilegge passo passo quello della nota canzone del duo, con Francesco Gabbani nei panni di Michael e il fratello Filippo in quelli di Ridgeley a cui si aggiungono anche gli altri membri della band: Giacomo Spagnoli (basso), Lorenzo Bertelloni (tastiere e pianoforte) e Davide Cipollini (chitarra).

“Il desiderio di rifugiarmi in un posto in montagna circondato da neve e alte vette è sempre molto forte in me – racconta Gabbani -. Quando, insieme al mio staff, ho iniziato a pensare alla realizzazione del nuovo video, ho immaginato come poter coniugare il mio amore per la montagna ad una storia per un clip. Visto che il singolo sarebbe uscito in periodo pre-natalizio, e mi piaceva l'idea di girare sulla neve, ho subito pensato al video di Last Christmas e mi sono reso conto, rivedendolo, che la tematica della canzone aveva una similitudine con La mia versione dei ricordi, un brano emozionale, una ballata malinconica, che racconta la fine di un amore. Il video, tra l’altro, uscirà a distanza di quasi un anno dalla morte di George Michael.”

Salmo – Perdonami

Si chiama "Perdonami", invece, il nuovo singolo di Salmo, uno dei fenomeni del rap italiano. Il cantante sardo, autore di "Hellvisback", il suo ultimo album uscito nel 2015 e tra i più venduti di quell'anno, nonché autore di "Estate Dimmerda", anti tormentone estivo che è diventato a sua volta un tormentone, è tornato con questa nuova canzone che rientra appieno nelle sonorità del rapper, nonché nel suo universo testuale. "Se dico quello che penso non resta neanche un amico. Sono una merda confesso se penso a quello che dico" canta il rapper che nel testo non lesina critiche ad alcuni colleghi: "Un pezzo unico dal testo duro e controverso ma profondamente autentico.", dice, invece, il comunicato che accompagna il pezzo e che non specifica se possiamo aspettarci qualcosa di più lungo per il 2018.

Bianco – Felice

Torna anche Bianco, dopo molto silenzio e il tour al fianco di Niccolò Fabi, che ha scelto lui e la sua band per farsi accompagnare nell'ultimo tour. Si chiama "Felice" il nuovo brano che anticipa quello che probabilmente sarà il nuovo album di uno dei cantautori più interessanti di questi ultimi anni. Autore di "Nostalgina" e soprattutto di "Storia dal futuro" e "Guardare per aria", Bianco è anche stretto collaboratore di Levante, a cui ha prodotto i primi due album. Il singolo che, si legge nella nota che l'accompagna, "sarà la mosca bianca del disco" è "una canzone che parla di quanto sarebbe bello avere la possibilità, ogni tanto, di mettere in pausa la propria storia e la propria esistenza per riuscire a prendere fiato, riordinare i pensieri, abbandonare l'ansia di dover dimostrare qualcosa ogni giorno, fare schifo, giocare, sporcarsi ed essere, nella maniera più naturale e banale, felici". Il video è un collage di spezzoni di pubblicità finlandesi del 1985 (sic).

Deproducers – The Svalbard Session

Deproducers è un collettivo formato da Vittorio Cosma, Riccardo Sinigallia, Gianni Maroccolo e Max Casacci che per l'ultimo album "Botanica" si sono fatti accompagnare dal Prof. Stefano Mancuso, neurobiologo vegetale, tra i massimi ricercatori botanici internazionali, e da Aboca, riferimento internazionale nella ricerca sui complessi molecolari vegetali per la salute delle persone nel rispetto dell’ecosistema. Il progetto, che è prevalentemente di musica elettronica, vede in queste "The Svalbard Session" un lavoro che testimonia e racconta, con immagini straordinarie, l'omaggio musicale ad uno dei luoghi simbolo della conservazione. I musicisti, infatti, sono partiti ad ottobre per raggiungere le Isole Svalbard e suonare davanti al Global Seed Vault, imponente cassaforte adibita alla conservazione del patrimonio genetico delle più importanti specie vegetali del pianeta, dando vita ad una celebrazione sonora di questo luogo costruito per il bene dell’umanità: "Siamo venuti in prossimità del Polo Nord per guardare da vicino ciò di cui abbiamo parlato per mesi” raccontano i DeProducers “quando con Stefano Mancuso e Aboca eravamo impegnati nella realizzazione di Botanica. In particolare nel brano  Global Seed Vault si parla di questo luogo  che avevamo istintivamente abbinato al silenzio,  e questo per dei musicisti è già significativo. Siamo convinti che uno dei compiti dell'arte sia quello di accendere un riflettore su azioni positive. Il Global Seed Vault è infatti un luogo sconosciuto ai più ma fondamentale per la sopravvivenza della vita sul pianeta".