Questa settimana la classifica fa vedere i muscoli dei grandi nomi della musica italiana a scapito dei giovanissimi che, pure, però, qualche zampata la danno. Se il primo posto di Francesco De Gregori, che questa volta rifà uno dei suoi padri spirituali musicali, ovvero Bob Dylan, potevamo aspettarcelo, non era così scontato che il ritorno di Umberto Tozzi potesse esordire in top 10. Non per il cantante che ha segnato la storia musicale italiana con alcuni brani diventati classici, ma perché la classifica, oggigiorno, ha una dinamica tutta sua, che premia molto i nomi più in voga e i giovani usciti dai talent. Un album, quello, di Tozzi che "è una visione del mondo al negativo. È quello che vediamo in TV e leggiamo sui giornali" ha spiegato il cantante in conferenza stampa in cui si è dichiarato ‘scosso da tutto quello che succede intorno a noi. Soprattutto ai bambini". E il pubblico lo ha voluto premiare, regalandogli la nona posizione, quarta new entry della settimana.

In testa De Gregori che interpreta Bob Dylan.

La prima è, appunto, quella di De Gregori che traduce e interpreta 11 canzoni di Bob Dylan, e con ‘De Gregori canta Bob Dylan. Amore e furto' torna primo in classifica, mettendosi alle spalle l'inaspettato ritorno di Benji & Fede, i due ragazzi che erano riusciti, dopo un esordio in seconda posizione, a prendersi la testa, salvo poi, scendere man mano fino alla decima della scorsa settimana. Sul gradino basso del podio un gradito ritorno, quello di Max Gazzè con ‘Maximilian', il nuovo album che arriva a due anni di distanza dall'esperienza in trio con Niccolò Fabi e Daniele Silvestri che con ‘Il padrone della festa' era stato anche primo. Gazzè si ‘consola' comunque con un bronzo e un singolo, ‘La vita com'è' da 3 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Quinta la Nannini, resiste Ferro.

Giù dal podio, invece, Il Volo che però è lassù ormai da 6 settimane e soprattutto Gianna Nannini che la settimana scorsa è uscita con ‘HitStory', ovvero un best of che ne ripercorre la carriera. Perde un paio di posizioni Andrea Bocelli, che in ‘Cinema' offre un omaggio ad alcune storiche colonne sonore, mentre ne perdono solo una i Negramaro con ‘La rivoluzione sta arrivando'. All'ottavo posto, tengono alta la bandiera dell'inglese, i 5 Seconds of Summer con ‘Sounds Good, Feels Good' che precedono Tozzi, appunto, e Tiziano Ferro che dopo 49 settimane resiste in top 10 con i denti e con le unghie.