in foto: Mark E. Smith (Getty Images)

Mark E. Smith, leader dei The Fall e una delle figure di riferimento del rock britannico è morto. No, non è proprio morto, aveva solo compiuto 60 anni. Capita che per un errore umano, come è stato definito, qualche fan possa disperarsi, soprattutto se quell'errore non viene da uno dei classici blog acchiappaclick, ma nientedimeno che dalla BBC, ovvero uno dei punti di riferimento del giornalismo mondiale. Ma si sa, capita che si possa sbagliare e così sabato scorso, giorno in cui Smith ha compiuto 60 anni, invece di festeggiarlo, come previsto, l'emittente inglese ha pubblicato la sua foto con un eloquente "RIP" e un emoticon che rappresentava una faccia triste, che ha scatenato la disperazione dei fan e qualche sfottò di chi aveva intuito che c'era stato un errore da parte di chi gestiva, in quel momento, il profilo Twitter.

Tweet cancellato e scuse della BBC.

Un errore che può succedere e a cui la BBC ha rimediato in poco tempo, cancellando il tweet e postando l'immagine e il mood giusti, ovvero quelli dedicati ai 60 anni del cantante. In un comunicato stampa riportato dalla rivista inglese NME, infatti, un portavoce del servizio pubblico inglese ha dichiarato: "È stato solo un semplice errore umano, il messaggio è stato postato per errore e velocemente cancellato. Ci scusiamo per l'errore".

Chi è Mark E. Smith.

Mark E. Smith è uno dei cantanti più rappresentativi degli anni 80-90 inglesi, pioniere del post punk grazie alla sua band, i The Fall, nome scelto in omaggio a Camus, scioltasi nel 1989 e riformatasi un altro paio di volte.