È uscita oggi una versione nuova di uno dei massimi successi di Umberto Tozzi e di tutta la musica leggera italiana, ovvero "Ti amo", tratta dall'album "È nell'aria…ti amo" e scritta dallo stesso Tozzi assieme a uno dei parolieri più noti della Storia italiana, ovvero Giancarlo Bigazzi. Uscita nel 1977 e vincitrice del Festivalbar, quest'anno compie 40 anni, un anniversario perfetto perché il cantante decidesse di festeggiare con l'uscita di un nuovo album  “40 anni che ‘TI AMO’” (Momy Records/Sony Music), disponibile dal 31 marzo nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming. Lo stesso Tozzi, in un'intervista a Radio Italia dichiarò che: "Dal punto di vista dei diritti Siae, ‘Gloria’ ha avuto più versioni al mondo e quindi rende più di Ti Amo, che però spicca tra i miei successi per originalità”.

"Ti amo" con la collaborazione di Anastacia.

La nuova versione vede protagonista anche Anastacia, la cantante americana autrice di successi come "Left Outside alone", "I'm Outta Love" e "Sick and Tired" tra le altre, che l'hanno resa una vera e propria star anche nel nostro Paese, dove continua a tornare per vari progetti, dai concerti ai duetti, appunto. In questa nuova veste "Ti amo" si trasforma e oltre alle strofe in italiano ne ha alcune in inglese cucite addosso alla cantante americana che si ritrova a cantare un brano che ha fatto la storia, in grado di rimanere in prima posizione in classifica, senza interruzioni, dal 23 luglio al 22 ottobre 1977, quando dovette cedere il primato a ‘L'angelo azzurro' di Umberto Balsamo, vendendo 8 milioni di copie in tutto il mondo e diventando uno dei classici, amatissimo in Francia (dove ha venduto oltre 1 milione di copie) e negli Stati Uniti.

Il significato misterioso di "Ti amo"

“Nelle canzoni bisogna mettere delle metafore, come fare stelle di cartone con una donna nuda sul divano in Gloria o come il guerriero di carta igienica in Ti Amo, in modo che chi ascolta si fermi a pensare” diceva Bigazzi parlando del modo che aveva di scrivere canzoni e anche questa volta non fa eccezione. Ci sono alcuni passaggi che in quegli anni fecero scalpore e in seguito anche un po' sorridere. C'è la continua reiterazione del titolo, tecnica per far sì che la canzone si pianti in testa, ma il testo vede anche passaggi come "nel letto comando io, ma tremo davanti al tuo seno" dove quel "seno" era un termine non proprio scontato in quegli anni e non passò inosservato, così come non passò inosservato quell'"apri la porta a un guerriero di carta igienica", di cui è complesso cercare significati, così come lo è cercare di interpretare questa canzone. Ma a volte le canzoni non hanno bisogno di spiegazioni, lasciando a chiunque l'ascolti di poterci trovare quello che vuole: chissà quel "soldo" per chi era e chissà da chi era quella lei da cui il cantante sarebbe tornato.

Il testo originale di Ti amo.

Ti amo

Ti amo,
un soldo
ti amo,
in aria
ti amo
se viene testa vuol dire che basta
lasciamoci.
ti amo, io sono, ti amo, in fondo un uomo
che non ha freddo nel cuore, nel letto
comando io
ma tremo davanti al tuo seno,
ti odio e ti amo,
è una farfalla che muore sbattendo le ali
l'amore che a letto si fa
prendimi l'altra metà
oggi ritorno da lei
primo Maggio, su coraggio
Io ti amo e chiedo perdono
ricordi chi sono
apri la porta a un guerriero di carta igienica
e dammi il tuo vino leggero
che hai fatto quando non c'ero
e le lenzuola di lino
dammi il sonno di un bambino
che fa
sogna
cavalli e si gira
e un po' di lavoro
fammi abbracciare una donna che stira
cantando
e poi fatti un po' prendere in giro
prima di fare l'amore
vesti la rabbia di pace e sottane sulla luce
io ti amo e chiedo perdono
ricordi chi sono
ti amo, ti amo, ti amo ti amo
e dammi il tuo vino leggero
che hai fatto quando non c'ero
e le lenzuola di lino
dammi il sonno di un bambino
che fa
sogna
cavalli e si gira
e un po' di lavoro
fammi abbracciare una donna che stira
cantando
e poi fatti un po' prendere in giro
prima di fare l'amore
vesti la rabbia di pace e sottane sulla luce
io ti amo e chiedo perdono
ricordi chi sono
ti amo, ti amo, ti amo ti amo

Il nuovo album, un best of con due inediti.

Nel nuovo album sono raccolte le maggiori hit registrate dal vivo, a cui si aggiungono due inediti: uno scritto dallo stesso cantautore e uno scritto da Eros Ramazzotti, Claudio Guidetti, Kaballà e Francesco Bianconi. E quelle hit sono anche la spina dorsale del tour che partirà il 14 aprile dal teatro del verme di Milano in cui il pubblico potrò ascoltare, in maniera riarrangiata, canzoni come “Gloria”, “Si può dare di più”, “Gli Altri siamo noi”, “Gente di Mare”, “Dimmi di No”, “Stella Stai”, “Donna amante mia”, oltre ai nuovi brani contenuti nel disco “Ma che spettacolo!” pubblicato a ottobre del 2015.

Il calendario aggiornato del tour

14 aprile – Teatro Dal Verme – Milano;

20 aprile – Teatro Colosseo – Torino;

21 aprile – Teatro Ariston – Sanremo;

5 maggio – Teatro Duse – Bologna;

12 maggio – Auditorium Conciliazione – Roma;

13 maggio – Nuovo Teatro Verdi – Montecatini;

14 maggio – Palazzo dei Congressi – Lugano;

15 maggio – Teatro Filarmonico – Verona;

18 maggio – Palabanco – Brescia;

19 maggio – Gran Teatro Geox – Padova;

24 maggio – Teatro Comunale Verdi – Pordenone;