Un altro lutto nel mondo della musica sconvolge questo infausto 2016. È morto sabato 20 agosto Tom Searle, chitarrista e tastierista della band metalcore britannica Architects. Una perdita decisamente scioccante per i fan del gruppo nato a Brighton nel 2004: Searle aveva appena 28 anni e si è spento dopo una lotta contro il cancro durata tre anni.

L'annuncio arriva dalla pagina Facebook della band, firmato dal batterista e fratello gemello di Tom, Dan Searle.

Con dolore incredibile e tristezza devo annunciare che circa dodici minuti dopo la mezzanotte del 20 agosto il mio straordinario fratello, Tom, è deceduto dopo aver convissuto con il cancro per oltre 3 anni. È stato un cantautore e chitarrista incredibile. Era il mio più vecchio e più caro amico. Era un uomo divertente, intelligente e dolce e lascia un vuoto enorme in tutte le nostre vite. Molti di voi sapranno che Tom è stata assente da vari concerti nel corso degli ultimi 15 mesi e ora posso dirvi che ciò era dovuto ai vari interventi chirurgici cui si è sottoposto per curare il cancro. (…)

Lo scorso giugno, Tom Searle ha partecipato ai suoi ultimi due concerti, prima di essere ricoverato in coma farmacologico. I medici dichiararono che probabilmente non si sarebbe più ripreso.

Cinque giorni più tardi, contro tutte le probabilità, era di nuovo sveglio, e pochi giorni dopo io e Tom abbiamo annullato l'aereo ambulanza che avrebbe dovuto portarlo a casa e siamo tornati in treno. Tipico da Tom Searle. Ha trascorso gli ultimi 2 mesi della sua vita a combattere con tutte le forze che aveva per superare la malattia una volta per tutte. Le cose sembravano muoversi nella giusta direzione, ma nelle ultime 2 settimane è improvvisamente peggiorato e, alla fine, ci ha lasciato.

Dan Searle: "Non so cosa sarà degli Architects"

Nei suoi dodici anni di carriera, il gruppo ha subito alcuni ricambi tra musicisti ma i fratelli Searle ne sono sempre stati il cuore. Oggi restano nella band, oltre a Dan, Alex Dean (basso), Sam Carter (voce) e Adam Christianson (chitarra ritmica). Dal 2006 a oggi hanno pubblicato sette album, l'ultimo dei quali, "All Our Gods Have Abandoned Us", è uscito nel maggio 2016. Dan Searle assicura la prosecuzione del tour (in Australia e poi in Europa), in memoria di Tom, ma il futuro del gruppo è in bilico, come viene spiegato nel prosieguo del post.

Non so che ne sarà degli Architets. Io e Tom abbiamo cominciato a suonare in una band insieme quando avevamo 13 anni e, in realtà, gli Architects sono solo un'evoluzione di quella band con cui tutto iniziò, mezza vita fa. Pensare che Tom non fosse al centro di qualsiasi cosa che la band abbia creato sarebbe una totale mancanza di rispetto per l'incredibile talento che era. La band non sarà mai più la stessa, questo è innegabile. (…) Per ora dobbiamo elaborare quanto è successo. Io, Sam, Ali e Adam avremo bisogno di tempo per venire completamente a patti con la perdita di nostro fratello e speriamo che tutti continuino a rispettare la nostra privacy in questo momento terribilmente difficile.

Una morte davvero sconvolgente, che arriva a pochi giorni dalla scomparsa di un'altra promessa giovanissima del rock, Gary Watson dei Lapelles, morto a soli 22 anni. Searle affida in un altro post Facebook, stavolta dal suo profilo personale, uno sfogo ancora più sofferto e personale del suo dolore: "Sono completamente devastato e ho il cuore spezzato. Amavo Tom più di quanto possa esprimere a parole. La vita non sarà mai più la stessa".