in foto: Rolling Stones (Getty Images)

Dopo l'emozionante concerto a Cuba, i Rolling Stones sono tornati in studio per registrare un nuovo album, a 11 anni dall'ultimo album in studio, ‘A Bigger Bang', che risale al 2005. A confermarlo è stato il chitarrista della band che all'Associated Press ha confermato una notizia che ha subito messo in subbuglio i fan che entro fine anno potranno tornare ad ascoltare inediti e non solo. Sì perché il musicista ha spiegato che la band è tornata in studio per registrare inediti, certo, ma si è anche trovata a suonare una serie di pezzi blues che probabilmente entreranno a far parte del nuovo lavoro: ‘Abbiamo inciso alcune canzoni nuove – ha detto Wood -. Ma abbiamo avuto anche una sbandata blues e ne abbiamo registrati 11 in due giorni'. Una sessione prolifica, quindi, per una delle band che ha fatto la storia della musica mondiale: ‘Sono delle grandi versioni di canzoni di Howlin' Wolf e Little Walter, tra gli altri. Ma suonano veramente come se fossero autentiche' ha continuato il musicista.

A quel punto il giornalista non poteva che chiedergli delle tempistiche di uscita e la risposta secca è stata: ‘Quest'anno'. Quindi ci sarà un ritorno a quelle che sono le origini del gruppo che nel blues ha affondato le proprie radici portandosele sempre appresso e come blues band cominciarono nel 1962. Nessuna informazione in più, comunque, oltre a quelle di Wood e la band non ne ha parlato neanche durante la presentazione della mostra londinese ‘Exhibitionism‘, che raccoglie vari pezzi della Storia del gruppo alla Galleria Saatchi e si terrà dal 4 aprile al 4 settembre. All'inaugurazione erano presenti Mick Jagger, Wood, Charlie Watts e Keith Richards il quale ha driblato le domande sul futuro della band: Non posso dire nulla di più, le mie labbra sono sigillate' ha spiegato il musicista che assieme ai compagni ha registrato  22 album in studio in Gran Bretagna e 24 negli Stati Uniti e nel 2012 organizzò un tour per festeggiare i 50 anni di carriera: ‘Siamo una band che lavora e lavoreremo ancora fino alla fine dell'anno'.