in foto: Chester Bennington con la famiglia (via Twitter)

Talinda, moglie di Chester Bennington, ex cantante dei Linkin Park suicidatosi a fine luglio, ha postato un'altra immagine del compagno, questa volta risalente a pochi giorni prima il giorno in cui il cantante si è tolto la vita. Nella foto si vede un Bennington sorridente in un classico selfie familiare, assieme alla moglie e ad alcuni suoi figli, ma nel post che l'accompagna la moglie fa riferimento alla depressione che probabilmente lo avrebbe portato al suicidio.

"Questa risale a qualche giorno prima che mio marito si suicidasse. I pensieri suicidi erano già là, ma non ve ne sareste mai accorti" ha scritto la Bennington accompagnando il post con l'hashtag #fuckdepression ("Fanculo alla depressione"). Da quando il corpo del marito è stato trovato senza vita la donna continua a postare foto e status del marito e sulla depressione, cercando di rendersi utile nella lotta a questa malattia. Bennington sconvolse il mondo della musica il 20 luglio scorso quando, pochi giorni prima di partire in tour con i Linkin Park e nel giorno in cui aveva alcuni appuntamenti promozionali, decise di togliersi la vita, a soli 41 anni, ma qualche mese dopo un evento che lo aveva sconvolto, ovvero la morte dell'amico Chris Cornell, cantante dei Soundgarden che aveva deciso di togliersi la vita in una stanza d'albergo.

Parlando del marito, nei giorni immediatamente successivi alla tragedia, Talinda aveva scritto: "Ho perso la mia anima gemella e i miei figli il loro eroe, il papà, avevamo una vita da favola che è diventata una sorta di tragedia shakespeariana, come farò adesso, come potrò far riprendere la mia anima sconvolta? (…) Adesso, pr, non proverà più dolore, cantando le sue canzoni a tutti i nostri cuori". Talinda e Chester erano sposati dal 2006 e avevano tre figli, Tyler e le gemelle Lilly e Lila, mentre il cantante aveva anche altri tre figli, Jaime, Isaiah e Draven, da una relazione precedente.