in foto: Jovanotti (via Facebook)

Un post su Facebook che è anche un messaggio a Jovanotti e Anna Zucca si è ritrovata improvvisamente virale con mighliaia di like, commenti e like alla sua lettera ironica. Da qualche settimana, infatti, Jovanotti ha annunciato il nuovo album, aggiornando i fan semore sui social e Anna ha voluto cogliere l'occasione per ridere del fatto che al mondo non esistono gli uomini raccontati dalle sue canzoni. L'incipit è stato il motore di tutto: "Caro Lorenzo Jovanotti, sappi che ti ritengo in parte responsabile del fatto che io non sia ancora diventata nonna" ha scritto la donna, rivolgendosi al cantante e spiegandogli che "c'è una intera generazione di giovani donne che , da anni, crede ciecamente a quanto scrivi nelle tue canzoni. Questa schiera di ragazze da tutta la vita apre la finestra con la speranza di trovare una trave appesa al cielo con seduto sopra un ragazzo che canta loro una serenata, invece, vedono il loro dirimpettaio in mutande che si gratta il sedere mentre si fa il caffè".

La differenza tra realtà e canzone.

Insomma, la mai doma divergenza tra le canzoni e la realtà

in metropolitana la giovane donna in questione si guarda attorno speranzosa alla ricerca di un uomo che le dica “lavoro tutto il giorno e tutto il giorno penso a te”, mentre il ragazzo di turno le telefona e le dice: “stasera non possiamo vederci perché ho gli allenamenti, domani calcetto e venerdì pizza con i colleghi. Ci vediamo sabato sera e magari stiamo a casa perché sono stanco.”

La risposta piena di stereotipi.

Il post è diventato virale al punto che più persone lo hanno inviato anche al cantante di Cortona che è voluto intervenire, rispondendo con ironia a ironia

grande Anna! in questi giorni la tua lettera me l'hanno segnalata in tanti, dicendomi che ti devo rispondere assolutamente! Prima però ho una partita di calcetto tra ciclisti contro maratoneti, un giro in moto, la schedina del totocalcio, la terza stagione di narcos e un disco da finire per cui ti risponderò magari domani, ma dopo il moto GP, anche se Vale si è rotto una gamba. E comunque poi mi dovrò riposare quindi vedrò di risponderti forse lunedì. Intanto per favore le ordini tu le pizze?

Continuerò a scrivere canzoni con ragazze magiche.

Ma soprattutto Jova le spiega che non cambierà il modo di scrivere canzoni, quindi per quella cosa del diventare nonna non deve avere fretta

E quando passate da Cortona non dimenticatevi di bere alla fontanella della perfezione, che non ti dico dov'è, chiedilo a tuo marito, che ha l'aria di saperlo meglio di tutti. E per quel tuo proposito di diventare nonna non avere fretta, io punterò fino all'ultimo a scrivere canzoni in cui le ragazze sono magiche e le nonne sono belle come nelle foto da ragazza, e posso portare delle prove che i miei pezzi sono realistici, sono documentari in musica più che canzoni. E chi prova a contraddirmi lo stendo con una fiatata.
Ciao grazie la tua lettera mi ha fatto pensare cose belle.