La stirpe dei Jackson è ancora importante nel mondo dello showbiz, non fosse altro per l'enorme patrimonio artistico che si trovano tra le mani grazie a quel Michael Jackson che ha preso la Storia della musica pop e l'ha stravolta, stravolgendo, a sua volta pure se stesso, in continua difficoltà nell'affrontare un successo più grande di lui. Qualche settimana fa il figlio Prince Michael Jackson – reduce dal primo video diretto, per "Automatic" di Omer “O-Bee” Bhatti – ha concesso una rara intervista in cui spiegava, tra le altre cose, quanto la musica fosse stata importante per lui e ne avesse segnato la vita ("Ha modellato quello che sono oggi grazie alla mia famiglia, ma ho sempre voluto cercare un posto nella produzione. Mio padre mi chiedeva cosa avessi voluto fare da grande e la mia risposta era produrre e dirigere").

Oggi, a parlare del suo rapporto con la musica è Paris, l'altra figlia del Re del Pop che in un'intervista a Issue 10 ha spiegato che lei ama la musica, comporla e suonarla, ma i fan del padre che vorrebbero capire quanto talento c'è nei figli, dovranno aspettare ancora un po', perché per adesso tutte le creazioni della ragazza restano private: "Scrivo musica per me. Non è qualcosa che faccio per costruirmi una carriera, poi ci sono così tanti artisti in famiglia. Se dovessi farlo per avere una carriera, cambierebbe il modo in cui mi sento con la musica e non voglio che accada" continua la ragazza che sottolinea come la musica sia soprattutto una sorta di terapia.

Nonostante il suo non sia professionismo, ma passione, Paris suona in una band che, spiega, fa folk à la "Lumineers mescolato a Johnny Cash", creando spesso in auto, guidando, quando le vendono in mente le parole su cui, successivamente, scrive la melodia. L'influenza del padre, comunque, continua ad essere molto forte, anzi forse è ciò che maggiormente le dà la forza di fare quello che fa, come spiega al giornale: "Era la persona più forte che conoscessi e cercava di fare tutto con il massimo dell'amore e della gentilezza possibile. Posso dire che il 99% della mia ispirazione viene da lui, dal momento che è sempre stato il mio mondo. le mie radici".