L'intervento alle corde vocali di Ligabue è andato bene e il cantante si è svegliato dall'anestesia. Lo ha comunicato il suo manager Claudio maioli in un video che ha postato dalla pagina Facebook del cantante che nelle scorse settimane era stato obbligato a rinviare alcuni concerti e che a un certo punto si è trovato costretto a interrompere il tour che stava tenendo in giro per l'Italia, dopo una doppia data milanese che si era chiusa proprio con le scuse del cantante di Correggio che non era riuscito a esibirsi al meglio, ma che non aveva voluto privare il pubblico di quella serata

Ciao a tutti da Lione. So quanto state aspettando notizie su Luciano e io sono qui per dirvi che si è appena svegliato dall’anestesia e l’operazione è perfettamente riuscita! – ha detto Maioli – Fra pochi giorni avrete notizie direttamente dalla sua voce.

Per adesso, infatti, il cantante dovrà stare a riposo totale e non potrà parlare, poi pian piano potrà recuperare, ma ci vorranno un paio di mesi prima che possa tornare a cantare e ad esibirsi. Maioli, poi, cita proprio una canzone tratta dall'ultimo album del cantante "Made in Italy" per brindare a questa operazione riuscita

A tal proposito c’è una canzone del suo nuovo album che dice “Si trova sempre una ragione per brindare”, ecco oggi ancora di più! Alla salute sua e di tutti noi, ciao.

A febbraio il cantante annunciò il rinvio delle date romane del 3, 4, 6, 7 e 10 febbraio previste al PalaLottomatica, con cui avrebbe cominciato il "Made in Italy Tour" adducendo, appunto, anche allora un problema alle corde vocali. Il tour, comunque, era ripreso a marzo, ma durante la seconda data milanese il cantante aveva mostrato qualche problema alla voce che poi è stata confermata dall'annuncio ufficiale dello stop al tour nei Palazzetti: "Mi hanno diagnosticato la malattia professionale di chi canta", aveva spiegato in un post su Facebook.