Lo scorso luglio, in occasione della consegna dell'Alternative Press Icon Award, Marilyn Manson annunciò al mondo la data di pubblicazione e il nome del suo nuovo album, "SAY10", che avrebbe dovuto arrivare due anni dopo l'uscita dell'ultimo "The Pale Emperor" con cui era in tour ai tempi dell'annuncio. Ad oggi, però, non vi è alcuna novità su una delle uscite più attese dell'anno, che era stata, tra l'altro, annunciata per un martedì quando, ormai è prassi, le nuove uscite sono state spostate al venerdì. Stando a quanto dichiarato nei mesi scorsi l'album dovrebbe essere praticamente terminato e l'8 novembre il cantante fece scalpore pubblicando un estratto del video tratto dal primo singolo, in cui lo si vedeva, tra le altre cose, strappare le pagine di una Bibbia e decapitare un personaggio che assomigliava a Donald Trump.

Ad oggi il nuovo album della rockstar americana non è, invece, ancora uscito, invertendo la tendenza di questi ultimi anni, anzi rinnovandola: in molti, infatti, hanno deciso di pubblicare il proprio album all'improvviso, senza alcuna dichiarazione, mentre lui ha deciso di dare un appuntamento e non mantenerlo, scatenando i fan sotto al suo ultimo post in cui ci si chiede che fine abbia fatto, mentre qualcun altro si lascia anche andare a qualche speculazione (annunciando l'uscita a giugno). Se è vero che non c'è più una data di uscita e le voci si rincorrono, ma senza alcun appiglio, è anche vero che il tour del cantante è già annunciato, così come la data italiana che lo vedrà protagonista il 25 luglio prossimo all'Ippodromo delle Capannelle per il Postpay Rock in Roma e il giorno dopo al Castello Scaligero di Villafranca, in provincia di Verona.

Pochi giorni fa, intanto, il cantante si è presentato al 7th Annual Guild Of Music Supervisors Awards, il premio assegnato ai supervisori musicali in 14 categorie che rappresentano film cinematografici, televisione, giochi e trailer, assieme al produttore e compositore Tyler Bates che ha collaborato al suo album. Una serata in cui il cantante è apparso senza il trucco che solitamente lo caratterizza.