Grande commozione per l'intervento di Ariana Grande al concerto One Love Manchester, organizzato a pochi giorni di distanza dai terribili fatti seguiti al suo concerto in Gran Bretagna. L'artista ha cantato molte canzoni del suo repertorio, esibendosi come solista, ma anche in un accalamato duetto con Miley Cyrus e con  il coro della Parr Woods High School Acclamata dal pubblico, ha evitato di ergersi rispetto agli altri partecipanti e volersi mettere in luce più di quanto fosse necessario. Poche parole, tanta musica: "Divertitevi stasera".

Dopo l'attentato terroristico che ha ucciso 22 persone durante il suo concerto a Manchester, Ariana Grande è tornata a cantare al grande evento organizzato a pochissimi giorni di distanza dai terribili fatti di quella sera e il giorno dopo l'ennesimo attentato di cui l'occidente è rimasto vittima, visti i fatti di Londra accaduti nella notte del 3 giugno. In sole due settimane l'artista è riuscita a mettere in piedi un evento che rimarrà nella storia, al quale prenderanno parte 55 mila persone, ritrovantesi sul campo dell'Old Trafford Cricket Ground, stadio cittadino di cricket a pochi passi da quello di calcio.

One Love Manchester, la scaletta.

La line del One Lover Manchester prevedeva l'avvicendarsi sul palco di decine di artisti di livello internazionale, un gruppo che è andato impreziosendosi della presenza di grandi nomi nelle ultime ore. Questo l'ordine di ingresso sul palco previsto alla vigilia

– Take That
– Robbie Williams
– Pharrell Williams
– Miley Cyrus
– Niall Horan
– Ariana Grande
– Little Mix
– Black Eyed Peas
– Imogen Heap
– Usher
– Katy Perry
– Coldplay

– Justin Bieber
– Ariana Grande

I momenti migliori della serata.

Va segnalata anche l'incursione video di Stevie Wonder che ha inviato un saluto a tutti i fan che, partecipando, hanno dimostrato di non voler cedere a nessuna paura. E in qualche modo non sono stati assenti i figli musicali di Manchester, quegli Oasis che non hanno preso parte al concerto per impegni personali e dissapori reciproci: ad onorarli sono stati i Coldplay, che hanno fedelmente e rispettosamente eseguito quella canzone senza tempo che è Don't Look Back in Anger. Messaggio significativo anche di un personaggio che ha poco a che fare con la musica ma che è certamente un'icona britannica, ovvero David Beckham, il quale si è unito agli artisti nell'invio di un messaggio di cordoglio ai parenti delle vittime, ma di invito al coraggio, alla resistenza.

La grande sorpresa di Liam Gallagher.

A dispetto delle premesse, che volevano i due fratelli Gallagher assenti, Liam si presenta al One Love Manchester, dopo essere stato "anticipato" da Chris Martin e i Coldplay. L'urlo della folla è impressionante e per qualche istante si pensa a una clamorosa reunione dei Coldplay in questa incredibile circostanza. Ma i fan della band restano a bocca asciutta, godendosi tuttavia un'esibizione piuttosto energica del cantante.

Ariana Grande in lacrime a fine concerto.

La fretta con la quale il One Love Manchester è stato oganizzato rende questo evento qualcosa di eccezionale, capace di accostarsi ai grandi eventi musicali della storia. recente. La conclusione del concerto è coincisa con l'unico, vero cedimento della serata di Ariana Grande che, durante l'esecuzione di Somewhere Over The Rainbow, è stata costretta ad interrompersi per le lacrime improvvise, consolate da un grande boato delle migliaia di presenti.

La diretta del concerto in tv e in streaming.

Il concerto ha avuto un'enorme eco a livello internazionale, invadendo i social network con un'impressionante capacità virale. Oltre ad essere disponibile in diretta su Youtube e i principali canali televisivi nazionali (in Italia andrà in onda su Rai1, Rai4 e Radio2), è stato trasmesso Live proprio dall'account ufficiale dell'artista, riscuotendo grande successo in termini di condivisioni e donazioni, visto che l'artista ha messo in piedi una raccolta fondi per i parenti delle vittime di Manchester e i feriti di quella notte.