Sono state rese note le cinquine del Premi Tenco 2018, il principale riconoscimento per i cantautori italiani, assegnato dal 1984 ai migliori dischi italiani di canzone d’autore usciti nel corso dell’anno trascorso. Votati da un'ampia giuria composta da giornalisti musicali ed esperti di musica, sono sei le categorie in cui i cantanti si giocheranno la vittoria, quattro sono riservate ai cantautori (canzone singola, disco in assoluto, disco in dialetto, opera prima), una è riservata a interpreti di canzoni non proprie e una è riservata, invece, agli album collettivi a progetto, ovvero compilation di vari interpreti costruite su un tema esplicito e dichiarato in grado di unire tutte le canzoni.

In alcune categorie, come quelle sul Disco in assoluto e Canzone singola, sono presenti più delle cinque nomination a causa di alcuni ex aequo: le Targhe verranno consegnate durante l’edizione della Rassegna della Canzone d’autore (Premio Tenco 2018), in programma al Teatro Ariston di Sanremo dal 18 al 20 ottobre. Tra i dischi in assoluto si giocano la vittoria nomi importanti della storia musicale italiana e giovani che da qualche anno sono diventate conferme: c'è Ermal Meta, ma anche Motta e Zen Circus, fino ai bravi Filippo Andreani e Alessio Bonomo. Tra le canzoni ancora Motta con due pezzi, così come gli Zen Circus a cui si accompagnano anche, tra gli altri, Ginevra di Marco e Mirkoeilcane, mentre tra gli album in dialetto ci sono i napoletani La Maschera e Peppe Lanzetta, Otello Profazio, Elena Ledda e Francesca Incudine, mentre tra le opere prime i Dunk, Andrea Poggio, Francesco Anselmo, Giuseppe Anastasi e Paola Rosato. Ecco tutte le categorie con le candidature:

  • DISCO IN ASSOLUTO: Filippo Andreani (Il secondo tempo); Alessio Bonomo (La musica non esiste); Ermal Meta (Non abbiamo armi); Mirkoeilcane (Secondo me); Motta (Vivere o morire); The Zen Circus (Il fuoco in una stanza).
  • ALBUM IN DIALETTO: Francesca Incudine (Tarakè); La Maschera (ParcoSofia); Peppe Lanzetta (Non canto, non vedo, non sento); Elena Ledda (Làntias); Otello Profazio (La storia).
  • OPERA PRIMA: Giuseppe Anastasi (Canzoni ravvicinate del vecchio tipo); Francesco Anselmo (Il gioco della sorte); Dunk (Dunk); Andrea Poggio (Controluce); Paola Rossato (Facile).
  • INTERPRETE DI CANZONI: Fabio Cinti (La voce del padrone – un adattamento gentile); Patrizia Cirulli (Sanremo d'Autore); Corsi / Alloisio (Luigi); Grazia Di Michele (Folli Voli); Marco Rovelli (Bella una serpe con le spoglie d'oro).
  • CANZONE SINGOLA: Ginevra Di Marco (Ninna nanna in fondo al mare); Alessio Lega (Ambaradan); Mirkoeilcane (Stiamo tutti bene); Motta (Mi parli di te); Motta (Vivere o morire); The Zen Circus (Catene); The Zen Circus (Il fuoco in una stanza); Agnese Valle / Pino Marino (Come la punta del mio dito).
  • ALBUM COLLETTIVO A PROGETTO: Ama chi ti ama; Cantautori per Amatrice; Ko computer; La bellezza riunita; Voci per la Libertà “Una canzone per Amnesty”.