163 CONDIVISIONI
23 Maggio 2015
18:53

Gianni Morandi: “Le leggende metropolitane su di me mi fanno ridere”

Gianni Morandi si prende molto in giro in occasione del “Wired Next Fest 2015”, al quale è stato invitato per la sua improvvisa e incredibile popolarità su Facebook. Lui dice la sua: “La gente ha voglia di vedere qualcosa di sereno, se viene da me, salvo casi eccezionali, c’è una cazzata, una risata”.
A cura di Andrea Parrella
163 CONDIVISIONI

C'è veramente poco margine per un qualsiasi tipo di commento nel merito del personaggio di Gianni Morandi. I più adulti sanno come l'artista di Monghidoro abbia attraversato nella sua vita, aldilà delboom degli inizi di carriera, tra film e musica, fasi di grande difficoltà a cavallo tra gli anni '80 e '90. Crisi dalla quale è pian piano uscito, per poi attestarsi senza ombra di dubbio come il volto più amato d'Italia, probabilmente anche più dell'amico Adriano Celentano. A contribuire a questa fama non devono essere stati solo i due Festival di Sanremo condotti negli ultimi anni, ma soprattutto, in riferimento ai mesi recenti, il suo emrgere prepotentemente sui social con una pagina personale stupenda, curata nei minimi dettagli, quotidianamente, con tanto di risposte a singoli commenti. Un'operazione mediatica che sembra realizzata con una tale minuzia da aver destato negli analisti le più svariate teorie. Si è arrivati a immaginare che dietro la pagina di Morandi vi sia un team di esperti perfettamente strutturato che ne gestisca la comunicazione nella maniera più dettagliata possibile, al fine di rendere quell'idea di home-made.

Nei tempi recenti Morandi è finito anche al centro di una discussione pubblica proprio in relazione ad un post sulla sua pagina sul dramma dei migranti, a poche ore dalla strage dei 900 morti in mare di metà aprile. In quel caso Morandi fu indirizzato non solo da complimenti provenienti da chi approvava il suo parere, ma anche da alcuni insulti  di chi quell'opinione non la condivideva. E Morandi ha risposto ad ognuna di queste rimostranze, con la massima pacatezza, al punto da generare un tran tran mediatico che ha fatto nascere pagine come "Stimare Gianni Morandi per la pacatezza delle sue risposte". Fatto sta che, da un po' di tempo a questa parte non si parla che di lui.

Una nuova ventata di popolarità, quella social, che Morandi ha analizzato con la sua proverbiale semplicità in occasione del Wired Next Fest 2015, dove ha affermato: "La gente ha voglia di vedere qualcosa di sereno, con tutte le notizie che arrivano dalle altre parti. Sanno che se vengono da me, salvo casi eccezionali, c'è una cazzata, una risata, le cose più banali". Poi il cantante e conduttore si è anche divertito a ironizzare sulle leggende metropolitane su di lui, tra le tante quella improbabile secondo la quale Morandi sia coprofago. E lui ci scherza: "Queste cose mi fanno ridere molto". Applausi a scena aperta per lui.

163 CONDIVISIONI
Le 15 leggende metropolitane più spaventose del mondo
Le 15 leggende metropolitane più spaventose del mondo
7.105.444 di MatSpa
L'omaggio di Gianni Morandi ai vincitori di Sanremo
L'omaggio di Gianni Morandi ai vincitori di Sanremo
"Non vedo l’ora di riabbracciarvi tutti", Gianni Morandi annuncia il tour dopo Sanremo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni