19 Gennaio 2014
16:05

Di Cataldo si commuove: “Quel feto sarebbe stato mio figlio, non è facile”

A Domenica Live, Massimo Di Cataldo risponde alle nuove accuse di Anna Laura Millacci e si commuove pensando a quel feto che un giorno sarebbe diventato il suo bambino.
A cura di Daniela Seclì

Ospite del salotto di Domenica Live, Massimo Di Cataldo. Il cantante torna a parlare delle pesanti accuse che negli ultimi mesi gli sono state rivolte da Anna Laura Millacci. La perizia medico-legale ha stabilito che l'aborto non è stato causato da una violenza, ma si è trattato di un'interruzione spontanea. La sua ex compagna sostiene di aver tentato un incontro con il cantante ma che lui si sarebbe sottratto. Di Cataldo fornisce la sua versione:

"Mi ha chiesto di vederci da soli. Le ho scritto che in questo momento era preferibile incontrarci con la presenza di una terza persona. In passato, ho avuto la sensazione che volesse incontrarmi solo per tendermi una trappola."

Ritorna con la mente, poi, al giorno in cui vide le fotografie pubblicate dalla Millacci che la ritraevano con il volto insanguinato:

"Quando ho visto quelle fotografie sono rimasto scioccato. So che quelle cose si possono fare anche con il trucco cinematografico o può essersi anche fatta male da sola. Non sono certo che quel liquido fosse davvero sangue."

A questo punto, il cantante si commuove parlando dell'aborto e del fatto che quel feto un giorno sarebbe stato il suo bambino:

"Ho scoperto così che aspettasse un bambino. Nemmeno la madre sapeva nulla. È una cosa molto forte, sarebbe stato mio figlio, almeno credo, non è semplice. Io pensavo anche di sposarla. Lei, invece, ha anche dichiarato che non voleva un altro figlio da me."

Anna Laura Millacci lo accusa anche di non fare nulla per la bambina che hanno avuto insieme e lui si difende:

"Non è vero, io sto cercando un accordo con lei. Ha disatteso gli appuntamenti che abbiamo fissato più volte. Io ieri ho passato una giornata bellissima con la mia bambina, so badare a lei molto bene. Vorrei che passasse più tempo con me anziché stare sempre con la tata."

Arriva in studio la chiamata di Alice, la figlia della Millacci, ma il cantante non reputa opportuno che lei intervenga.

"Io le voglio bene, sono sicuro che sia dalla parte della mamma, ma preferirei che restasse una conversazione tra me e te. Sono sempre stato dalla sua parte anche quando ha avuto discussioni con la madre. Non ha avuto un rapporto facile con lei. Volevo che lei continuasse a considerarmi suo amico ma immagino sia stato più facile credere a ciò che le ha raccontato sua madre. Come è stata fuori fino ad ora, è giusto che continui a pensare alla sua vita e a non entrare in questa situazione che proveremo a risolvere da adulti".

Infine, dichiara:

"Aspetterò che la legge faccia il suo corso. Perché non ho denunciato Anna Laura? Perché è la madre di mia figlia."

Di Cataldo replica alla Millacci:
Di Cataldo replica alla Millacci: "Non utilizzare nostra figlia per delle cattiverie"
I gestacci di Cristina Buccino: tutti a quel paese
I gestacci di Cristina Buccino: tutti a quel paese
14.832 di antofox
Sarebbe stato facile - il trailer
Sarebbe stato facile - il trailer
325 di CineMust
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni