29 Aprile 2010
18:43

Conto alla rovescia per il Concerto del Primo Maggio

“Un repertorio di grandi contenuti”: a meno di quarantotto ore dall’evento parla uno dei suoi protagonisti, Vinicio Capossela.
A cura di Paola Ciaramella

capossela

Tutto pronto per il Concerto del Primo Maggio. Oltre ad essere un evento all’insegna della grande musica e del divertimento, il “Concertone” offrirà anche spunti di riflessione su tematiche riguardanti il lavoro, nel pieno spirito della “Festa dei Lavoratori”.

È quanto dichiarato da uno dei personaggi principali dello spettacolo, Vinicio Capossela, che salirà sul palco di Piazza Porta San Giovanni, a Roma, con un live di quaranta minuti, cantando i suoi maggiori successi. Il cantautore ha scelto per l’occasione “un repertorio di grandi contenuti”, con brani quali L’uomo vivo, “un pezzo di enorme gioia e speranza” e Padrone mio, ti voglio arricchire, dedicato a Matteo Salvatore, “il più grande cantore dello sfruttamento legato al lavoro”.

Capossela ha poi invitato Enzo Del Re a cantare la sua Lavorare con lentezza, canzone che nel 2004 ha ispirato anche la realizzazione dell’omonimo film di Guido Chiesa.

Crede nella forza della musica come strumento per guardare al futuro Carmen Consoli, altra protagonista dell’evento, che sul palco del concertone vedremo in versione bassista: “La parola viene prima dell’azione e a volte può essere più pericolosa di un’arma”, ha dichiarato la Cantantessa, facendo riferimento a Il colore delle parole, tematica scelta quest’anno per la lunga maratona musicale.

“Vorrei vivere in un paese che guardi al futuro. La musica può sicuramente contribuire ad innalzare lo stato d’animo dell’essere umano creando sogni futuribili”, ha concluso l’artista.

Paola Ciaramella

Primo Maggio Tutto l'Anno: largo agli artisti emergenti
Primo Maggio Tutto l'Anno: largo agli artisti emergenti
Concerto del Primo Maggio: tutte le anticipazioni
Concerto del Primo Maggio: tutte le anticipazioni
Anche Bersani e Bennato al Concerto del Primo Maggio
Anche Bersani e Bennato al Concerto del Primo Maggio
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni