La Rappresentante di Lista (ph Manuela Di Pisa)
in foto: La Rappresentante di Lista (ph Manuela Di Pisa)

Tra i Big di questo Festival di Sanremo 2021 c'è anche La rappresentante di lista. La band, nota anche come LRDL, è nata nel 2011 ed è composta dalla cantante Veronica Lucchesi e dal chitarrista e polistrumentista Dario Mangiaracina. Seppur non nota forse al grande pubblico è una delle realtà più solide e amate dell'underground italiano e ha alle proprie spalle tre album pubblicati per Garrincha, altra etichetta nota (nel loro roster c'è, ad esempio, Lo Stato Sociale) e dalla Woodworm.

Il gruppo si è autodefinito una queer pop band: "Queer è un termine che abbiamo preso in prestito dai ragionamenti sull’identità sessuale. Prima che venisse acquisito da chi negli anni ’90 lottava per i diritti della comunità LGBT, queer era l’equivalente del nostro ‘finocchio’. Oggi queer è sinonimo di ‘eccentrico’, ‘sui generis’, ‘strambo’. Questa non-definizione ammette la possibilità di cambiare, di trasformarsi", hanno dischiarato in un'intervista a Repubblica.

Hanno partecipato a Sanremo 2021, ma si erano esibiti al Festival già nel 2020, quando assieme a Dardust, accompagnarono Rancore nella cover di "Luce" di Elisa. Il nome della band nasce da uno spunto avuto quando, nel 2011, per votare fuori sede per il referendum sull'energia nucleare, Veronica si iscrisse come rappresentante di lista di uno dei partiti. Il loro ultimo album "My Mamma" è uscito il 5 marzo e dal quale è stato estratto il singolo "Alieno".

Chi sono i La Rappresentante di Lista: com'è nata la band

Lei originaria di Viareggio, lui di Palermo, i due artisti si sono conosciuti a Milano, prima di spostarsi in Sicilia, a Palermo, dove si sono uniti agli artisti del Teatro Garibaldo, spinti anche dalla protesta del Teatro Valle di Roma. È nel capoluogo siciliano che i due incontrano tanti artisti e nasce anche il loro album "(per la) Via di casa", che esce nel 2014 e a cui segue un tour che comincia a farli conoscere a livello nazionale. L'anno successivo è la volta del secondo album "Bu Bu Sad" (candidato alle Targhe Tenco come miglior disco dell’anno) e si unisce alla band anche Erika Lucchesi, sorella di Veronica, mentre nel 2018 esce il terzo "Go GO Diva".

Perché si chiamano La rappresentante di Lista

Il nome del gruppo nasce nel 2011 quando, per poter votare fuori sede al referendum abrogativo in tema di energia nucleare, Veronica si iscrisse come rappresentante di lista di uno dei vari partiti politici. “L’idea ci divertiva, ci scherzavamo sopra. Un giorno Veronica ha proposto un verso per una canzone che dice Quando passo in via degli uomini mi sento sempre la protagonista e io ho rilanciato con alle prossime elezioni sarò io la rappresentante di lista. Grasse risate, ma poi l’abbiamo tenuto” – racconta Dario.

La Rappresentante di Lista a Sanremo 2021 con Amare

La Rappresentante di Lista gareggeranno tra i 26 big di Sanremo con il brano "Amare", una canzone che "parla di corpi, di vita, di comunità, della ricerca di una rinascita, di un senso di libertà e di amore, ovviamente".

Un progetto con un punto di vista femminile

Nella loro bio si legge che "La Rappresentante di Lista è innanzitutto un progetto di ricerca, nato con un punto di vista plurale femminile: una femmina che accoglie, che si prende cura, che ama. Le canzoni de La Rappresentante di Lista sono un unicum nel quale convivono scrittura, teatro e forma canzone: i loro versi sono frammenti di romanzi, i loro concerti sono spettacoli teatrali, la metrica dei loro versi scalcia violentemente fra un accordo e un altro, la sostanza musicale dei loro brani è brutalmente istintiva, ma più che consapevolmente rigorosa, a tal punto sfiora il rituale"