16 Giugno 2022
16:24

Che cosa significa “cantare in corsivo” e chi sono gli artisti italiani a farlo

Cantare in corsivo è la tendenza degli ultimi 12 mesi della musica italiana, grazie ad artisti come Blanco, Madame, Sangiovanni e tha Supreme.
A cura di Vincenzo Nasto
@eliesposito, tha Supreme e @davidepapasidero 2022
@eliesposito, tha Supreme e @davidepapasidero 2022

"Voice so smooth its like I'm singing in cursive". L'anno è il 2009 e l'account Twitter @TrackDroppa lascia il primo indizio su un'inclinazione linguistica, sempre più utilizzata nel mondo della musica. Stiamo parlando del "cantare in corsivo", un processo che negli ultimi anni è apparso nel mondo della musica e si concentra sul fenomeno fonetico della dittongazione, per cui una vocale si divide in due parti di diversa apertura, cioè in due vocali diverse, in modo da formare un dittongo. Il fenomeno è esploso negli ultimi 12 mesi anche su piattaforme come TikTok, dove #corsivo ha raggiunto oltre 24 milioni di visualizzazioni: tutto questo anche grazie alla presenza di creator come Elisa Esposito, diventata "l'insegnante di corsivo" sulla piattaforma, o nel campo musicale Davide Papasidero, vocal coach e vincitore del Festival di Castrocaro.

Ma chi sono stati i primi artisti a utilizzare questa evoluzione fonetica? Negli Stati Uniti il termine è stato inizialmente riferito alla coppia Bailey Rae – Winehouse, anche per le distorsioni vocali raggiunte dalle due artisti alla fine degli anni 10 e che si è poi trasferita in cantanti del calibro di Halsey, Ariana Grande, Selena Gomez, Sia, oltre a Lorde e più recentemente Billie Eilish. Ma il fenomeno è arrivato anche negli anni successivi in Italia, con una generazione di giovani cantanti completamente influenzati dalla musicalità di questo fenomeno fonetico, facendolo diventare addirittura un marchio di fabbrica. È ciò che è successo per Sangiovanni, il cantante veneto, finalista di Amici 20 e concorrente del Festival di Sanremo 2022, che più volte utilizza questo sistema fonetico in brani come "Malibù" e "Farfalle". Nel mondo web mainstream, Sangiovanni è stato protagonista anche della puntata di Muschio Selvaggio con Fedez e Luis Sal, dove proprio il primo ha chiesto all'artista veneto di spiegare questo "modo" di cantare: "Sicuramente è una nuova onda. Canto come se fosse un flusso, anche se non stai capendo cosa sto dicendo, spacca".

Ma Sangiovanni non è il solo ad aver raggiunto il successo attraverso questo processo fonetico: basti pensare al pubblico raggiunto negli ultimi due anni da cantanti come tha Supreme, Madame e Blanco. Con l'esordio discografico con "23 6451", tha Supreme ha sprigionato un'energia inedita per il rap italiano, produzioni musicali vertiginose che si intrecciavano con i virtuosismi vocali dell'interprete, uno dei talenti più nitidi nel cantare in corsivo, anche influenzato dall'allitterazione di lettere o onomatopee all'interno dei suoi testi. Una musicalità diversa che però descrive lo stesso processo fonetico è parte del successo di Madame, una delle più giovani e interessanti cantanti del panorama italiano, che dopo il successo di "Voce" al Festival di Sanremo 2021, ha ampliato il suo pubblico, e reso più riconoscibile il suo timbro vocale. Senza dimenticare Blanco, che in brani come "Blu Celeste", ma anche nella più famosa "Brividi" con Mahmood, vincitrice del Festival di Sanremo 2022, utilizza il corsivo per accentuare i virtuosismi del suo cantato.

Nel frattempo, il corsivo non si è fermato al mondo della musica e alle influenze ricevute dalla musica anglofona, ma si è allargata a macchia d'olio anche sulle piattaforme social, tra i più giovani. "Parlare in corsivo" è diventata una tendenza, riconosciuta anche da TikTok, dove #corsivo ha raggiunto oltre 24 milioni di visualizzazioni. Nel mondo della televisione italiana uno dei primi esempi di parlare in corsivo si è avuto nella sesta stagione del reality show "Il Collegio" su Rai 1. Durante una puntata infatti, nota sul web come "la lite dei biscottini", la giovanissima Matilde Ricorda attacca la compagna Maria Sofia Pia Federico per alcune questioni legate a dinamiche sociali all'interno della scuola. La cadenza lombarda della prima, molto accentuata, viene ripresa poi dai "reactioners" della puntata su TikTok, come la creator Giulia Caselli. Da lì l'esplosione, con le lezioni di canto di Davide Papasidero e "l'insegnante di corsivo" Elisa Esposito.

Simone Cristicchi:
Simone Cristicchi: "Capisco Laura Pausini, non cantare Bella Ciao non significa essere di destra"
Ed Sheeran è l'artista più ascoltato al mondo su Spotify, i Maneskin ancora sopra i 20 milioni
Ed Sheeran è l'artista più ascoltato al mondo su Spotify, i Maneskin ancora sopra i 20 milioni
Jovanotti chiama a sorpresa sul palco Paola e Chiara per cantare insieme Vamos a bailar
Jovanotti chiama a sorpresa sul palco Paola e Chiara per cantare insieme Vamos a bailar
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni