in foto: Renato Zero (foto di Roberto Rocco)

A pochi mesi dalla chiusura dell'Alt in Tour, con cui Renato Zero ha portato in giro per l'Italia il suo ultimo album, e l'uscita di "Arenà – Renato Zero si racconta", ovvero il cofanetto comprensivo di due cd e un Dvd che conteneva il meglio dei 3 grandi concerti-evento del cantante all’Arena di Verona dello scorso giugno, che conteneva anche il brano inedito "Non dimenticarti di me", il cantante torna e, come sempre capita quando si parla di lui, alza l'asticella, gettandosi in un progetto ambizioso che unisce la musica al teatro.

Il cantante romano non è nuovo a queste operazioni controcorrente, lui che un giorno ha deciso di prendere in mano le redini della propria vita artistica percorrendo la via alternativa, dell'autoproduzione, correndo i rischi – quelli di lasciare una casa abbastanza sicura come le major – che deve affrontare anche uno dei volti più noti e amati del panorama musicale italiano. Questa volta la sfida si chiama "Zerovskij… solo per amore", ovvero, come lo descrive la nota stampa che l'accompagna

Una sorta di teatro totale che vivrà sui palcoscenici più suggestivi del nostro Paese attraverso un eccezionale dispiegamento di forze artistiche, fondendo in un abbraccio appassionato musica alta, prosa e cultura pop. Un'operazione artistica e sociale che intende illuminare tante risorse del nostro Paese sempre più delegittimato nei suoi pilastri fondanti: l'arte e la cultura.

Pare che sul palco ci saranno un'orchestra e un coro, diretti proprio dal misterioso maestro Zerovskij, che traghetteranno il pubblico attraverso "Amore, Odio, Tempo, Morte e  Vita non più come astratti concetti ma finalmente umanizzati, pronti al confronto amaro, ironico, tenero e spietato, con i due viaggiatori di sempre, Adamo ed Eva". Un'opera, insomma, che va al di là del concerto e che con l'aiuto di un’orchestra di 61 elementi, 30 coristi e 7 attori darà vita al più grande spettacolo di Zero, che arriva a 50 anni esatti dalla pubblicazione del suo primo 45 giri: “Non basta sai”/“In mezzo ai guai”.

Sono state anche annunciate le prime date dello spettacolo, che partirà da Roma a luglio con 5 appuntamenti al Centrale del Foro Italiaco, l'1, 2, 4, 5 e 6, prima di spostarsi il 29 luglio al Teatro del Silenzio di Lajatico (PI), l'1 e 2 settembre all'Arena di Verona , a un anno di distanza dallo spettacolo precedente, e il 7 e 9 settembre al Teatro Antico di Taormina. I biglietti saranno acquistabili dalle ore 11 di martedì 28 marzo, in prevendita su sito e nei punti vendita Vivaticket, o sul sito di Renato Zero.