in foto: Vasco Rossi (LaPresse – Stefano Costantino)

È arrivato anche per Vasco Rossi il momento degli auguri e dell'appuntamento per un 2017 che augura spettacolare a tutti i fan. Spettacolare come promette essere l'unico appuntamento live del prossimo anno a Modena per festeggiare i 40 anni di carriera del Komandante, il rocker più amato del Paese, uscito qualche settimana fa con la raccolta "Vascononstop", che ha esordito in prima posizione. Con un messaggio pubblicato sul suo sito ufficiale, quindi, Vasco ha anche dato qualche indicazione per l'acquisto dei biglietti per il Modena Park, dopo la risoluzione del rapporto con Live Nation, in seguito ai problemi di secondary ticketing. E così i fan sono in attesa di conoscere quali saranno le modalità di acquisto dei biglietti che potrebbero essere messi in vendita durante queste feste, se non a Natale, alla Befana, ha scritto il cantante

Ma ci pensi? Quanti anni son passati da quella volta lì, la prima volta su un palco..il primo concerto (“eravamo più noi sul palco che gli spettatori giu’..”) ..e poi…di anno in anno ..sempre più potente…Ma, direte voi, e.. i biglietti? I biglietti saranno presto messi a vostra disposizione. Se non sarà Babbo Natale a portarveli… sarà .forse la…. Befana…. Comunque presto vi daremo tutte le informazioni necessarie.

Il figlio Lorenzo e gli auguri per i 40 di carriera.

Uno dei primi a festeggiare i suoi 40 anni di carriera sarà il figlio Lorenzo che, come dj, sarà uno degli ospiti del tradizionale countdown a mezzanotte a Modena, proponendo anche pezzi del padre, tra cui "Colpa d'Alfredo", uno dei pezzi storici che Vasco scrisse all'inizio della carriera, e che nel testo fa riferimento a Modena e ai modenesi.

La visita ai bambini dell'Istituto ortopedico Rizzoli.

Nei giorni scorsi, inoltre, Vasco è stato protagonista dell'ormai usuale incontro all'Istituto ortopedico Rizzoli di Bologna, dove ha fatto visita ai piccoli pazienti dei reparti di Chemioterapia, Oncologia e Chirurgia nell'ambito di ‘Star-Therapy', iniziativa promossa dal ‘Dottor Sorriso' Dario Cirrone attraverso la onlus Ansabbio: "Sono qui in rappresentanza del mito. Mi fa piacere se si può portare gioia ai bambini con così poco. A me non costa nulla e mi fa piacere. Qui – ha aggiunto il rocker di Zocca – vedo delle realtà che mi fanno pensare che in effetti siamo molto fortunati". Vasco, poi, ha anche acceso l'albero di Natale e le luminarie in via Putti che l'associazione ‘A beneficio – bambini in ospedale' ha donato ai piccoli pazienti. Al termine della sua vita, il Blasco ha augurato a tutti i bimbi "un sereno Natale e buone feste".