La polizia stradale di Torino ha multato il tir che trasportava il palco sul quale Renato Zero avrebbe dovuto esibirsi a Pesaro durante la prossima data del suo ultimo tour. Il carico sistemato sul tir era troppo alto, superava di 13 centimetri i limiti fissati alla legge. Da qui il fermo da parte della polizia stradale mentre il camion viaggiava a Torino, capoluogo piemontese dal quale Zero partiva per raggiungere la sua meta successiva. Il pesante mezzo di trasporto era diretto a Pesaro. Sarebbe dovuto arrivare prima dell’artista, per consentire l’opportuno montaggio del palco prima che iniziassero le prove ufficiali. La polizia che ha fermato il camion ha riscontrato, inoltre, una serie di anomalie nell’uso della motrice e del rimorchio.

Immediata è scattata la sanzione comminata alla ditta di trasporti, con sede a Roma. Dovrà pagare una multa pari a 5 mila euro. Altri verbali sono stati imposti alla società committente, originaria di Napoli, e all’autista del mezzo. Per finire, il tir è stato sottoposto a un fermo di tre mesi a causa di una violazione di natura amministrativa. Considerato il carico da trasportare e l’urgenza, il provvedimento scatterà una volta che il tir depositerà il suo carico a Pesaro, e quindi non prima che a Renato Zero sia consegnato il palco pattuito.

Il tour di Renato Zero.

Renato Zero si sta esibendo in giro per l’Italia con il suo Alt Tour. Si tratta di una serie di spettacolo fortemente voluti da Renato, e che gli consentiranno di tornare a esibirsi nei palazzetti. Partito da Bologna e poi approdato a Torino, si articolerà su altre 9 tappe che toccheranno Pesaro, Roma, Firenze, Padova, Assago, Livorno, Eboli, Bari e Acireale dove si concluderà il 29 gennaio 2017. Si tratta, almeno per il momento, dell’unico inconveniente incontrato da Zero fino a questo momento.