Tiziano Ferro presenta il suo ultimo disco "Il mestiere della vita" a "Che tempo che fa". L'album è già disco d'oro ed è stato anticipato dal singolo "Potremmo ritornare", eseguito dal vivo in studio dall'artista di Latina.

Non potevo permettermi di non fare un disco vero dopo cinque anni. Sono vicino ai 40 anni e le cose cambiano, devono cambiare e quindi cambio anche io. Solo ai nemici si può consigliare il ‘non cambiare mai'. Non so se quello di cui mi sono liberato è un demone, di certo è una zavorra. Ho un atteggiamento diverso nei confronti dei ‘nuovi demoni'.

Tiziano Ferro cresce e con il passare del tempo trova nuovi modi di approcciare e gestire la sua vita.

Oggi cose che prima credevo insuperabili le trovo gestibili, cose che prima non amavo le trovo invece piacevoli.

"Los Angeles? Fanno una vita strana"

Tiziano Ferro si è trasferito da tempo a Los Angeles, Fabio Fazio commenta: "Sono rimasto deluso da una tua dichiarazione: hai detto che a Los Angeles vanno tutti a letto presto".

Los Angeles? Tutti sono concentrati sul benessere, sullo spirito della mente, sul corpo, si fa tutto prima di andare in ufficio. Si divertono in maniera strana e faccio fatica a interagire con le persone.

Come ha rivelato ai microfoni di Fanpage.it, il disco è "più difficile nell'ascolto rispetto ai precedenti"

Penso che il pubblico sia in grado di capirlo. Molti ti ricordano per le ballate d'amore, ma in realtà sono uno di quegli autori che ha scritto meno canzoni d'amore di tutti gli altri. Poi però la gente ti ricorda per l'amore. La verità è che il mondo ha troppo bisogno di quello.