in foto: Taylor Swift (Getty Images)

È stato pubblicato ieri sera il nuovo singolo di Taylor Swift "Look What You Made Me Do", che anticipa l'uscita, il prossimo 10 novembre, del nuovo album della cantante americana che uscirà a tre anni da "1989". Dopo aver cancellato tutto lo storico dei suoi social, la cantante ha pubblicato brevissimi video in cui si mostrava un serpente che nell'ultimo attacca la videocamera, segnale che con l'annuncio del titolo del nome del prossimo album aveva fatto pensare a qualche messaggio ben assestato a chi in questi anni si era schierato contro la popstar. E i nomi principali che si erano fatti erano due: Katy Perry e Kanye West, con cui in questi ultimi anni ha litigato diverse volte.

Il dissing a Kanye West.

Alcuni indizi, però, portavano direttamente al rapper e il singolo, pur senza citarlo mai, pare confermarlo. Il problema, quando si compiono questo tipo di operazioni, però, è che la musica passi in secondo piano rispetto al dissing e infatti in molti sono andati più alla ricerca del nome che altro. Ma la Swift sapeva perfettamente ciò a cui andava incontro e per questo suo ritorno a piazzato alcuni effetti a sorpresa, come il riferimento al palco rialzato che West ha utilizzato in passato, fino a una finta telefonata – riferimento a quella rubata e poi pubblicata online dalla moglie del rapper Kim Kardashian – in cui la cantante dice che "la vecchia Taylor è morta".

I riferimenti nel testo.

La cantante non cambia l'impostazione di fondo, col pezzo che ripercorre la sua vena pop, ma lo fa con synth, una linea di piano e una batteria elettronica che danno al pezzo atmosfere che sono più scure rispetto alle precedenti e accompagnano versi come "I don't like your little games. Don't like your tilted stage. The role you made me play of the fool, no, I don't like you" con cui si apre la canzone, continuando con il ritornello in cui la cantante dice, a ripetizione, "Guarda cosa mi hai fatto fare", ma lei è cambiata e "Il mondo va avanti, un altro giorno, un altro dramma, ma non per me, non per me, tutto ciò di cui mi preoccupo è il mio karma".

Lo scontro con Katy Perry.

La canzone è uscita poche ore dopo che la Perry pubblicasse il video del suo nuovo singolo "Swish Swish", in cui fa riferimenti velati proprio all'ex amica, dopo che nei mesi scorsi le aveva teso una mano. E così, in una partita di basket che riprende quella di "Space Jam" la cantante fa riferimento a un vecchio tweet in cui definiva la Swift una "Regina George" (personaggio della serie "Mean Girls" che rappresenta una finta buona dietro cui si nasconde un animo cattivo) travestita da pecora e proprio "Sheet" è il nome della squadra avversaria, mentre in un'immagine si vede un lupo travestito proprio da pecora. È la seconda volta in pochi mesi che la Swift esce last minute con un annuncio importante nel momento in cui la collega presenta qualcosa di nuovo: avvenne nel giorno dell'uscita dell'ultimo album della Perry, in cui la Swift annunciò il ritorno del suo catalogo in streaming. Insomma, la musica resta un po' in disparte, almeno per ora, in attesa delle milionate di album venduti il prossimo novembre e qualche altro dissing.