Il dramma di Sinead O'Connor sembra non avere fine. Qualche giorno fa, la cantante dublinese ha sconvolto il mondo intero accennando al suicidio in un post apparso su Facebook, nel quale si dichiarava disperata e "in overdose". Poche ore fa, l'artista ha ripetuto il gesto, postando un messaggio non meno inquietante

Se una donna non ci riesce in un primo momento, ci proverà e riproverà ancora.

Segue un preoccupante "iWantMyRightToDieAndIWillClaimIt", che sta a significare “Voglio avere il diritto di morire e lo pretenderò.

Il post è stato diffuso dal Mirror, mentre la pagina Facebook della O'Connor non è più disponibile. Dietro le parole di Sinead ci sono gravi problemi psicologici e di salute, in primis la depressione e il bipolarismo che le sono stati diagnosticati da anni. Lo sfogo social di qualche giorno fa parlava dei suoi familiari, che le starebbero impedendo di vedere il suo figlio più piccolo.

I messaggi contro la famiglia: "Per me siete morti"

A quel primo post ne sono seguiti molti altri, in cui la cantante si è prima scagliata contro i figli, l'ex marito Donal e la sorella Eimear, per poi implorarli di andare a trovarla in ospedale.

Jake, Roisin, Jr., Frank, Donal, Eimear non voglio vedervi mai più. Avete l'ipocrisia di presentarvi in ospedale per poi andare via quando mi sono svegliata. Per me siete morti. Mi avete lasciata da sola per 12 settimane. Bugiardi e ipocriti, tutti voi.

Completamente diverse le parole rivolte poco dopo

Per favore amatemi. Vi prego venite in ospedale, trascorrere del tempo con me e aiutatemi a risolvere tutto questo.

Una situazione davvero drammatica, da cui ci si augura che l'artista irlandese nota soprattutto per "Nothing Compares 2 U" riesca a uscire al più presto.