Sinead O' Connor è viva e sta bene. Dopo ore di spavento di fan, famiglia e stampa, l'artista irlandese famosa per le sue provocazioni, le posizioni durissime su alcuni temi di attualità e anche per la bellissima Nothing Compares 2 Uè stata ritrovata dalla polizia di Chicago in seguito a diverse ore di ricerca. La cantautrice è stata ritrovata in buono stato di salute in un hotel di Chicago. Le Forze dell'Ordine, fanno sapere le fonti di stampa estera, hanno trasportato la donna in una struttura ospedaliera.

Sinead O' Connor sparita, si è temuto il suicidio.

La cantante irlandese era scomparsa per circa 24 ore e la polizia di Chicago, allertata, si era messa sulle sue tracce, pensando subito alla tragica ipotesi del suicidio. La cantante 49enne irlandese era stata avvistata per l'ultima volta nella giornata di domenica 15 maggio, si trovava in sella ad una bicicletta Raleigh con un cestino rosa. Indossava un parka nero, pantaloni in pelle nera e una felpa dello stesso colore con la scritta "Irlanda", tenuta sulle spalle. Pare si fosse allontanata per fare un giro tra le strade di Chicago, finendo per non dare più sue notizie per circa 24 ore. Le forze di Polizia avevano fatto sapere a Variety che "Sinead O'Connor avrebbe lasciato l'area di Wilmette per una passeggiata in bicicletta nella mattina di ieri e non è tornata. Un chiamante si è dichiarato preoccupato per la sua incolumità e non sono disponibili altre informazioni, in questo momento". 

A preoccupare ancor di più l'opinione pubblica era stato l'ultimo post pubblicato su Facebook dalla cantante, nel quale accusava duramente suo figlio per un comportamento scorretto, dicendogli di prendersi cura del fratello più piccolo. Nel post la cantante faceva anche il nome di Donal Lunny, il padre del piccolo figlio Shane, con cui la cantante ebbe un alterco via Facebook lo scorso novembre. Alterco dopo il quale si pensò ad un tentativo di suicidio da parte dell'artista.