In un'intervista a Rolling Stone Miley Cyrus aveva ammesso che il video di "Wrecking Ball" era ispirato a quello del successo della O'Connor "Nothing Compares 2 u", nella parte soprattutto del primo piano di lei che piangeva. Un omaggio della giovane popstar a una delle cantanti più anticonformiste della storia, la quale ha voluto rispondere alla Cyrus con una lettera aperta, scritta successivamente alle numerose chiamate ricevute che le chiedevano proprio dell'ispirazione di cui era stata oggetto. Una risposta data con "spirito materno e con amore", come scrive la stessa cantante irlandese.

"Sono estremamente preoccupata per te e quello che coloro che ti sono attorno ti stanno portando a credere (…) che è in qualche modo ‘cool' essere nuda e leccare martelli nei tuoi video. In questo modo, invece, oscuri il tuo talento" scrive la O' Connor che continua spiegando che questo non serve a darle maggiore potenza, né a lei, né alle altre donne, perché così "mandi il messaggio che tu debba essere valutata più per il tuo sex appeal che per il tuo talento limpido".

A quel punto arriva la frecciata all'industria discografica che tende a sfruttarla: "All'industria musicale non frega nulla di te e di nessuno di noi. Loro vogliono che tu ti prostituisca e, astutamente, ti faranno pensare che sia ciò che tu voglia". Un'accusa che continua in maniera più che dura sottolineando a più riprese come al business musicale non freghi nient'altro che i soldi: "Dovresti essere protetta in quanto giovane donna da tutti all'interno del tuo mondo lavorativo e da tutti quelli che ti sono attorno, compresa te".

Una lunga lettera che potete leggere per intero sul sito della cantante (al momento inaccessibile) che spiega alla Cyrus come non si penta delle proprie scelte, perché la se si punta sulla bellezza si rischia, a un certo punto, di non aver più l'elemento principale su cui si è basato il proprio successo su cui fare affidamento.