I drammatici effetti del nubifragio che ha coinvolto la città di Livorno sono immortalati nelle immagini che in queste ore stanno documentando gli effetti devastanti del fenomeno meteorologico. In queste un'onda di sostegno e solidarietà si è propagata sui canali social, dove in tanti stanno esprimendo grande dolore per le vittime accertate, al momento sei. Anche Renato Zero, per ragioni personali particolarmente legato al pubblico livornese, che lo ha visto muovere i primi passi nel mondo della musica negli anni 70, ha rivolto ai familiari delle vittime e alla popolazione in difficoltà un messaggio di grande supporto

Voglio esprimere al popolo di Livorno tutta la mia solidarietà in un momento così duro e doloroso. Livorno, che mi hai sempre sostenuto e voluto bene. Coraggio!
E che il Signore ti protegga.
Per sempre vostro Renato Fiacchini (Zero).

Il legame speciale di Renato Zero con Livorno.

In un'intervista di qualche mese fa Zero,alla vigilia di un concerto a Livorno, aveva spiegato le ragioni di questo attaccamento particolare con la città, essendo stato luogo dei suoi primi passi artistici, che l'hanno poi portato ad essere uno degli artisti più amati d'Italia

Ho un legame speciale con questa terra che mi ha visto muovere i primi passi nel ’73 nel mondo dello spettacolo. Allora, non ero ancora conosciuto in tutta Italia e devo solo che ringraziarvi perché da quel momento mi avete sempre seguito, dimostrando un grande calore e affetto anche quando la volta scorsa per un problema alle corde vocali, ho dovuto rimandare il mio concerto. Grazie, perciò, di essere ancora una volta così puntuali e vicini a me. Siamo cresciuti insieme e, nonostante qualche ruga in più, siete sempre i sorcini di una volta ai quali chiedo di non dimenticare chi ha bisogno, basta un piccolo gesto per fare la differenza.

Il nubifragio a Livorno, cosa sappiamo.

Una sintesi degli ultimim aggiornamenti sugli effetti del nubifragio al Livorno, è stata resa nota dal sindaco Nogarin, che su Facebook ha fornito alcuni aggiornamenti sulla situazione della città, devastata dal maltempo.

Alcuni aggiornamenti dopo la conclusione del tavolo interforze che si è riunito qui nella sede dell'unità di crisi.

Le vittime accertate continuano ad essere sei e stiamo ancora cercando le altre due persone di cui si sono perse le tracce.

Tutti gli hotel della città hanno dato la loro disponibilità a ospitare le persone che questa notte non potranno rientrare nelle loro case. Al momento, fortunatamente, stiamo parlando solo di 4 persone.

In questi minuti si stanno moltiplicando le segnalazioni da ogni parte della città di un forte odore di gas. Abbiamo incaricato Asa di vigilare sulla situazione: da un primissimo monitoraggio non si sarebbe verificata alcuna particolare fuga di gas.

Ripresa parzialmente la circolazione dei treni: alle 18.40 riattivato il transito a velocità ridotta sul binario dispari Livorno-Vada, mentre l'altro binario della linea Tirrenica dovrebbe tornare agibile dopo le 21.

Rimane critica la situazione sulle strade, in particolare per quanto riguarda i collegamenti con Montenero, con l'area nord a causa dell'allagamento del sottovaso di via Firenze e con Stagno.

Si registrano infine alcuni guasti alle tubature dell'acqua nei quartieri di Quercianella, in Via del Giaggiolo, in via di Salviano, in via Popogna, in via del Castellaccio e a Villa Corridi, ma anche in questo caso i tecnici di Asa sono al lavoro per riparare al più presto i danni causati dal nubifragio.

E' bene ricordare che l'ospedale non ha avuto alcun danno, né allagamento e quindi l'attività si sta svolgendo regolarmente. Non solo. L'Asl si è resa disponibile ad allestire, presso il presidio di viale Alfieri, un'area destinata ad ospitare tutti i cittadini disabili che non si sentissero al sicuro nelle loro abitazioni.