Nino D'Angelo, "Quel ragazzo della curva B" non poteva non tornare al San Paolo, dove è ambientato un pezzo dei suoi film più famosi, quello con la canzone diventata un vero e proprio inno per un pezzo di Napoli, per festeggiare un anniversario importante come quello dei 60 anni. A Napoli lo sanno tutti che il prossimo 24 giugno si terrà un compleanno speciale, un vero e proprio evento cittadino, in cui la città intera si stringerà attorno a uno dei suoi figli più celebri, amati, simbolo del popolo, negli anni 80, "primo neomelodico" internazionale prima e importante esponente della world music made in Naples per altri. Nino D'Angelo, la faccia d'angelo con la discografia immensa, sarà il protagonista del "Concerto 6.0" che, come dice il nome scelto, è un concerto evento in cui si festeggeranno i sessant'anni di Nino.

Una festa per i 60 anni.

La città è invasa dai cartelloni e da qualche mese il cantante ha annunciato l'appuntamento che oggi si riempie di qualche notizia in più. Sarà una festa popolare in cui il cantante ripercorrerà la sua carriera che si è mossa tra musica, cinema e teatro, facendone un punto di riferimento per molti:  “Mi piacerebbe che fosse una grande festa popolare, verace, dove divertirci tutti insieme, con un concerto ricco di canzoni che mi hanno visto crescere, a cominciare da quelle degli anni Ottanta” ha detto D'Angelo, che da qualche mese è tornato a essere il direttore artistico del teatro Trianon di Forcella, nel centro della città.

Al San Paolo tutti i successi di D'Angelo.

Eppure tra i tanti luoghi è il San Paolo, lo stadio della città, uno di quelli più rappresentativi, quello del ragazzo della Curva B, delle bandiere e del tifo, di un film che pochi giorni fa ha perso l'autore del soggetto e della scenografia, Nicola Masiello, e che è nel cuore della città. Quella Curva B che farà anche da sfondo allo spettacolo: “Ho scelto lo stadio San Paolo perché per questo compleanno ho sentito l’esigenza di avere uno spazio grande, comunque un simbolo della città. Avrei dovuto fare un live in ogni vicolo di Napoli, o nel quartiere dove sono nato e cresciuto, per ringraziare il pubblico che mi segue da tanti anni ormai. Da qui la scelta dello stadio, senza dimenticare che io sono sempre ‘quel ragazzo della Curva B'”. Il 24 giugno il pubblico potrà ascoltare tutti i maggiori successi del ragazzo di San Pietro a Patierno, quelli che dagli anni '80 lo hanno portato poi, dopo il passaggio dei '90 alla svolta etnica e sociale: ci saranno, quindi “Nu jeans e na maglietta”, “Maledetto treno”, “Sotto ‘e stelle", ma anche “Mentecuore”, “Nun te pozzo perdere”, “Carezza luntana”, fino a “Senza giacca e cravatta”, “Jammo ja’”, “Jesce sole”. Sul palco oltre alla sua band sono previsti anche vari ospiti, famosi e meno famosi, quelle figure, insomma, che hanno accompagnato Nino fin dagli esordi e caratterizzato il suo percorso umano ed artistico.

Un progetto più ampio che prevede anche Cd e Dvd.

Un passato che per alcuni è ingombrante, per Nino, invece, è un passaggio fondamentale della sua carriera a cui dedicare qualcosa in più di un concerto e così quello di giugno sarà solo un passaggio di un progetto maggiore che proseguirà nel 2017 e prevederà anche l'uscita di un triplo cd che conterrà il dvd dello stesso show al San Paolo, un disco di inediti, e uno con i maggiori “insuccessi di Nino D’Angelo”.