Si è spento a 64 anni, dopo una lunga malattia, Riccardo Bellei, cantautore, conduttore radiofonico e giornalista modenese noto anche per la lunga amicizia con Vasco Rossi. Bellei fu tra i fondatori di Punto Radio, a Zocca, nell'era leggendaria delle radio libere: proprio in quella storica emittente si registrarono gli inizi del Blasco come dj. Con il cantante emiliano ebbe un fortunato sodalizio, che lo portò a collaborare al suo album di esordio "…Ma cosa vuoi che sia una canzone…" (1978), nel quale Bellei cantò come seconda voce. Bellei (nativo di Roma, ma trasferitosi a Modena dall'adolescenza) è morto nella notte del 16 aprile. L'ultimo saluto si terrà nella mattina del 18 alle 10.30 nella sua casa di Lesignana; Bellei lascia la moglie Tamara e i figli Matteo e Francesco.

Autore di canzoni dalla fine degli anni Sessanta, Bellei è salito sul palco a fianco di nomi come Antonello Venditti e Pierangelo Bertoli. Dopo l'avventura a Punto Radio, ha continuato come intrattenitore radiofonico nei network modenesi di Modena Radio City e Teleradiocittà, sempre in parallelo con l'attività di cantautore. È seguita una fase di distacco dalla musica, durante la quale ha lavorato dapprima alla Fiat Trattori e poi come reporter sportivo e giornalista di costume, per ritornare quindi al mondo della canzone da metà anni Novanta. Nel 1996 ha prodotto il video del brano "Non è una canzone", registrato con la collaborazione di Antonello Venditti. Nel 2008 Bellei ha raccontato la sua storia nell'autobiografia RadioBellei scritta da Alessandro Greggia, con la prefazione di Venditti.