in foto: Mannarino (foto di Ilaria Magliocchetti Lombi)

Si chiude con un doppio appuntamento siciliano la versione estiva dell'Apriti Cielo Tour che Mannarino ha portato in giro per l'Italia in questi mesi. Il cantante romano, infatti, chiuderà la stagione con due concerti che lo vedranno impegnato il 31 agosto al Teatro di Verdura di Palermo e l'1 settembre al Teatro Antico di Taormina dove parteciperà anche Andrea Cavalli, ovvero la bambina che ha prestato la sua voce per il "Babalú" (canzone che ben rappresenta la sua poetica, con un testo per nulla scontato su una base orecchiabile che piace anche ai più piccoli).

Un successo dal basso.

Cominciato con l'uscita dell'album lo scorso gennaio e l'esordio in testa alla classifica FIMI degli album più venduti, questo 2017 è continuato, oltre che con le certificazioni oro agli album "Supersantos" e "Al monte", con una serie di sold out e un apprezzamento sempre più allargato per il cantautore romano che, giunto al suo quarto album, ha trovato il suo spazio definitivo nel gotha della musica italiana. Uno spazio non semplice da occupare per un artista che senza cedere alle sirene del mainstream, al motivetto semplice e radiofonico, è riuscito comunque a portare con sé un pubblico numerosissimo che ha riempito le varie location in cui si è esibito. Niente heavy rotation, niente ricerca del tormentone, ma una coerenza di fondo, che non significa replicare il successo iniziale, ma riuscire a variare colore senza mai perdere il proprio timbro.

Il rito live del cantautore.

Sarebbero oltre 100 mila complessivamente, stando ai numeri dello staff del cantante, le persone accorse a vedere il live di Mannarino che, piaccia o meno, è un'esperienza interessante: un vero e proprio rito folk, come lo definimmo dopo il concerto di Napoli che impressionò non solo per la quantità di gente stipata nel palazzetto, ma proprio per la partecipazione del pubblico che quasi rendeva impossibile sentire la voce del cantautore.

25 mila nella sola Roma.

Ovviamente Mannarino stravince in casa con un totale di circa 23 mila presenze solo per i concerti nella Capitale e 9 mila, in particolare, per il progetto Roma-Rio che lo ha visto impegnato all'Ippodromo delle Capannelle lo scorso luglio per una giornata di festa e musica sulla rotta su cui ha costruito il suo ultimo album. La data live definitiva sarà quella all'Home Festival di Treviso, il prossimo 3 settembre.