in foto: Vinicio Capossela e Dario Brunori

In questi giorni due dei migliori cantautori italiani hanno cominciato il proprio tour, uno a distanza di poche settimane dall'uscita dell'ultimo, acclamato, nuovo album, l'altro, invece, a qualche mese, ma con la versione invernale del tour. Stiamo parlando, ovviamente, di Brunori Sas, uscito a gennaio con "A casa tutto bene" e di Vinicio Capossela il cui ultimo album è "Canzoni della Cupa” in cui ripercorre a modo suo la canzone tradizionale del confine tra l'Irpinia e la Basilicata, e di cui l'estate scorsa aveva già portato in giro la versione "calda".

Il tour ‘sold out' di Dario Brunori.

Brunori ha cominciato il 25 febbraio con la data zero di Udine, prima della doppia di Bologna e in attesa del proseguio a Milano il 2 marzo all'Alcatraz, dove porterà il nuovo spettacolo che è già sold out in molte città al punto da prevedere due date bis. Chi ha visto il cantautore live sa cosa voglia dire assistere a uno dei suoi concerti, che questa volta è pensato per dare il massimo nei club e sarà variegato, come lo è la carriera del cantautore: "L’idea è, da una parte, di rendere il disco per come l’abbiamo suonato perché amo e rispetto la produzione e il suono di questo lavoro, dall’altra, di restituire un certo tipo di energia che è propria e si adatta perfettamente all’atmosfera del club". Durante i live (di cui potete vedere un estratto nel video in testa all'articolo) in cui si alterneranno i momenti intimi a quelli di puro divertimento, Dario Brunori dividerà il palco con la sua band storica, composta da Simona Marrazzo (cori, synth, percussioni), Dario Della Rossa (pianoforte, synth), Stefano Amato (basso, violoncello, mandolini), Mirko Onofrio (fiati, percussioni, cori, synth) e Massimo Palermo (batteria, percussioni), Lucia Sagretti (violino).

Le tappe sono: 2 marzo 2017 – Milano (Alcatraz) – SOLD OUT, 3 marzo 2017 – Treviso (New Age), 9 marzo 2017 – Torino (Teatro Concordia) – SOLD OUT, 16 marzo 2017 – Cesena (Teatro Verdi), 17 marzo 2017 – Firenze (Obihall) – SOLD OUT, 18 marzo 2017 – Napoli (Casa della Musica), 24 marzo 2017 – Grottammare AP (Container), 25 marzo 2017 – Perugia (Afterlife), 29 marzo 2017 – Cosenza (Teatro Rendano) – SOLD OUT, 30 marzo 2017 – Cosenza (Teatro Rendano) – SOLD OUT, 31 marzo 2017 – Bari (Demodè), 1 aprile 2017 – Roma (Atlantico) – SOLD OUT, 6 aprile 2017 – Palermo (Teatro Golden), 8 aprile 2017 – Catania (MA), 24 aprile 2017 – Genova (Supernova Festival)

Le ‘ombre' di Vinicio Capossela.

Il tour di Vinicio Capossela, invece, è cominciato il 25 febbraio a Cascina (Pisa) con la data zero, mentre stasera partirà ufficialmente anche se l'anteprima è stata a Focara di Novoli nel giorno di Sant'Antonio Abate (17 gennaio), festività della tradizione contadina in cui vengono benedette le stalle e i campi con grandi falò e si dice che gli animali parlino – con la tappa al Teatro degli Arcimboldi di Milano nella sua versione "Ombra" che segue quello chiamato "Polvere" e che lo ha visto alternare alcuni pezzi del nuovo album ai suoi storici. Con “Ombra. Canzoni della Cupa e altri spaventi” – nome di questo nuovo spettacolo -, Capossela porta nei teatri d’Italia la seconda parte del suo ultimo album “Canzoni della Cupa” e brani di repertorio legati a doppio filo all’immaginario oscuro e misterioso dell’Ombra

Da molti anni, nei tour che seguono l’uscita di un disco, mi sforzo di mettere in scena l’immaginario dell’opera – racconta Vinicio Capossela – È la grande possibilità dei concerti in teatro, realizzarela cosiddetta “sospensione dell’incredulità”. In questo prossimo tour l’Ombra è la materia sostanziale, esistenziale, scenica dello spettacolo. Si tratta di abituarci al buio e finire in una specie di ipnosi a metà tra veglia e sonno che faccia affiorare in noi le creature che ci abitano. Che ci conduca nell’Ade, o nel buio di una siluette, o nel rovescio di uno specchio, o in un bosco nella notte di plenilunio, o nei riflessi di una caverna. Ci sarà un gruppo musicale dalla timbrica ombrosa, corde di violino, onde elettromagnetiche, membrane di tamburo. Nel foyer sarà anche disponibile una cabina per chi voglia farsi fotografare l’ombra dal viso, la parte evanescente di noi stessi, la più misteriosa e nostra. E soprattutto ci sarà il racconto che, sia pure in forma frammentata, genera in noi le più ampie ombre.

Queste le date del tour “Ombra. Canzoni della Cupa e altri spaventi”: il 28 febbraio al Teatro degli Arcimboldi di Milano – sold out, l’1 marzo all’Europauditorium di Bologna – sold out, il 3 marzo al Gran Teatro Geox di Padova, il 6 marzo al Politeama Greco di Lecce, il 7 marzo al Teatro Team di Bari, il 9 marzo al Teatro Metropolitan di Catania, il 12 marzo al Teatro Cilea di Reggio Calabria, il 13 marzo al Teatro Rendano di Cosenza, il 15 marzo al Teatro Augusteo di Napoli, il 18 marzo al Teatro Lyrick di Assisi, il 19 marzo al Teatro Goldoni di Livorno, il 21 marzo al Teatro Valli di Reggio Emilia, il 23 marzo al Teatro Openjobmetis di Varese, il 24 marzo al Nuovo Giovanni da Udine di Udine, il 27 marzo all’Auditorium Santa Chiara di Trento, il 29 marzo al Teatro Coccia di Novara, il 30 marzo al Teatro Civico di La Spezia, il 2 aprile al Teatro Verdi di Firenze, il 4 aprile al Teatro Regio di Parma, il 5 aprile al Teatro delle Muse di Ancona e il 10 aprile all’Auditorium Parco della Musica di Roma.