in foto: Niccolò Agliardi (LaPresse)

Interprete, autore e scrittore, Niccolò Agliardi, che il 17 maggio compie 43 anni, è tra i giovani cantautori più interessanti del panorama musicale italiano. È noto al grande pubblico soprattutto come autore di hit di successo per Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Roberto Vecchioni, Zucchero, Elisa, Emma Marrone, Emis Killa e Paola Turci e come direttore artistico e compositore della colonna sonora della fortunata serie di Rai 1 "Braccialetti Rossi", di cui qualche mese fa è stata annunciata la quarta stagione. In realtà, però, il cantautore milanese ha anche un suo repertorio personale di tutto rispetto, che negli ultimi anni ha eseguito durante diversi live in giro per  l'Italia. Dal primo singolo "Fiammiferi" del 2001, all'album "Io non ho finito", realizzato nel 2014 con la sua band "The Hills", passando per i duetti con Elisa ("Più musica e meno testo", 2011) e Bianca Atzei ("Fino in fondo", 2013).

 5 canzoni per altri artisti.

Tra le canzoni da ascoltare per conoscere meglio Niccolò Agliardi, ci sono alcune sue importanti collaborazioni.

  • La prima è sicuramente quella con Eros Ramazzotti, coautore insieme a lui del brano "Ci parliamo da grandi", che il cantante romano ha pubblicato in occasione dei 18 anni della figlia Aurora e ha poi inserito nella raccolta " e²".

  • Per Emma Marrone, invece, Agliardi ha scritto "Acqua e ghiaccio", brano che parla di una persona affetta da anoressia, contenuto nell'album "Sarò Libera" e presente nella colonna sonora di "Braccialetti Rossi".

  • Uno dei cantautori che da ragazzo lo hanno ispirato è sicuramente Roberto Vecchioni, per il quale ha scritto il brano "Non lo so", contenuto nell'album "Braccialetti Rossi 2".

  • Con Laura Pausini, invece, Agliardi collabora assiduamente dal 2008. Uno dei brani più belli che ha scritto per l'interprete di Solarolo è "Chiedilo al cielo", quinta traccia dell'album "Simili" (2015).

  • Per Paola Turci, invece, ha scritto "Combinazioni", canzone contenuta nell'ultimo album della cantautrice romana "Il secondo cuore". Il testo è modellato proprio sulla biografia dell'artista, sulla quale hanno inciso tanti imprevisti e casualità, che però non ne hanno mai deviato del tutto il percorso.

5 canzoni interpretate da lui.

  • "Le cose che arrivano dopo" è un brano tratto dall'album del 2005 "1009 giorni". Descrive con estrema lucidità ed efficacia l'amarezza di quando alcuni eventi a lungo desiderati, si presentano quando ormai ci siamo rassegnati alla loro impossibilità.

  • "Da casa a casa", canzone contenuta nell'omonimo album del 2008, descrive le riflessioni dell'autore durante il ritorno a casa. Il cantautore si interroga sulla possibile evoluzione di un amore che "sogna in grande, però si adatta/ Perché d'amore malgrado tutto sempre si tratta".

  • "Non vale tutto" è il pezzo che dà il titolo all'album del 2011, nel quale Agliardi descrive la fine di una relazione. Il protagonista della canzone si rende conto che, malgrado tutto l'amore e il vissuto che c'è stato, è giunto il momento di salutarsi: "Passi che in guerra si ammazza al cospetto/ Di un uomo ferito e del suo diritto/ Ma siamo arrivati insieme io e te/ E non vale tutto, non vale tutto".

  • "Perfetti" è un brano di "Non vale tutto", inizialmente affidato alla cantante Eleonora Crupi, che parla di una relazione tra due uomini.

  • "L'amante" è un brano del 2014, contenuto nell'album "Io non ho finito", che descrive la difficile condizione di chi si trova a vivere una relazione clandestina nel ruolo, appunto, di amante. Una figura spesso vista con disprezzo, ma che in realtà secondo il cantautore nella maggior parte dei casi ha una sola "colpa", quella di amare.