in foto: Elodie e Fabrizio Giannini (via Facebook)

Sono passati pochi giorni da quando Elodie ha annunciato la separazione dalla sua manager Francesca Savini, che è anche la persona più vicina a Emma, che della cantante è stata la prof durante l'ultima edizione di Amici dove la cantante dai capelli rosa si è classificata seconda. Un annuncio che è arrivato contemporaneamente all'annuncio della cancellazione del suo primo e vero concerto da sola, quello di Milano all'Alcatraz del prossimo 26 aprile, dopo che nei mesi scorsi ha aperto le date di quello autunnale di Emma e dopo che un mese fa è stata tra le artiste a esibirsi al Festival di Sanremo.

I motivi della scelta sono da ricercarsi nella voglia, scrive la cantante, di mettersi alla prova e costruirsi qualcosa di suo, come sottolinea parlando di "porti sicuri". e così, con un messaggio sulla sua pagina Facebook e una foto ha annunciato che il suo prossimo manager sarà Fabrizio Giannini, volto noto della musica italiana, non foss'altro perché attualmente è il manager di Tiziano Ferro

Per continuare il mio percorso artistico ho scelto come compagno di viaggio Fabrizio Giannini. Ció nasce dalla voglia di mettermi alla prova. Ho deciso di lasciare il "porto sicuro" dove sono stata trattata come una figlia e dove ho ricevuto tanti consigli, per il semplice desiderio di testarmi e di iniziare a costruire il "mio porto sicuro". Sono molto felice che Fabrizio abbia accettato con grande entusiasmo questa nuova sfida. Con la speranza di essere effettivamente all'altezza e di migliorare sempre,  vi abbraccio 🌹

Non sono ancora noti quali saranno i prossimi passi della cantante, uscita poche settimane fa con un album, "Tutta colpa mia", che ha esordito al sesto posto, nella prima settimana utile, prima di scendere alla nona la settimana successiva e uscire dalla top 10 alla terza (dodicesima). La carriera di Giannini è nota per gli addetti ai lavori, avendo lavorato in major e avendo lanciato, tra gli altri, artisti come Ligabue, Laura Pausini, Giusy Ferreri, Giorgia e, appunto, Tiziano Ferro.