14:06

La compilation della festa del papà [VIDEO]

Tanti e diversi omaggi musicali di artisti italiani e internazionali con dediche e ringraziamenti speciali per celebrare con una canzone la festa del papà.

La compilation della festa del papà [VIDEO].

Oggi è la festa del papà, secondo la tradizione cattolica e quindi anche italiana, che festeggia il 19 marzo di ogni anno sia San Giuseppe sia il ruolo che questi rivestiva nella Sacra famiglia. L’anima più commerciale di questo giorno prevede che i figli regalino al padre un pensierino o qualcosa di bello e utile, per esprimere riconoscenza e affetto al genitore, una tradizione che si ripete anche per la festa della mamma, più antica rispetto a quella del papà. Quest’ultima dovrebbe essere nata nel XX secolo in West Virginia,ma fu poi una signora di Washington ad organizzare nel 1910 una festa per il suo papà, veterano della guerra di secessione americana.

La celebrazione della figura paterna è spesso atta a rendere gloria e onore a combattenti e lavoratori (vedi Canzone del padre di De Andrè), ma tralasciando tale aspetto, rimane quello più affettivo, caloroso e sentito, esprimibile anche in musica: tanti gli artisti nazionali ed internazionali che nelle loro carriere hanno composto o interpretato un pezzo dedicato al loro padre. Un regalo senza tempo e soprattutto immortale firmato da Eric Clapton, Mia Martini, Cesare Cremonini, Cat Stevens, Riccardo Cocciante e tanti altri. C’è chi ha anche scelto di interpretare con il proprio padre una canzone, come Alain Clark e Belen Rodriguez, condividendo con il genitore le note musicali più intense.

Fabrizio De Andrè – La canzone del padre

Facente parte dell’album “Storia di un impiegato”, il brano racconta di una tappa del percorso dell’impiegato  trattato nell’intero lavoro discografico. In questo album dal risvolto politico, l’impiegato assume il ruolo del padre, scoprendo l’ipocrisia della vita borghese e l’inutilità della vita, raggiungendo il disincanto e “svegliandosi” da quello che rappresentava il suo sogno.

Riccardo Cocciante – A mio padre

Un testo riflessivo quello scritto da Riccardo Cocciante sulla figura del papà: i capelli che diventano bianchi, i figli che non ascoltano più ad una certa età e che guardano avanti anche senza l’appoggio del genitore, la vita che avanza e il tempo e le forze che non bastano più.

Cat Stevens – Father and son

Fu pubblicata nel 1970 nell’album dell’artista, Tea for the Tillerman e possiamo riallacciarla al testo di Cocciante, poichè in questa si realizza la “separazione” tra padre e figlio quando il secondo vuole inseguire la propria strada e il proprio destino.

Eric Clapton – My father’s eyes

Il brano ha un importante significato autobiografico per l’artista, che non ha mai conosciuto il padre e che è stato genitore del piccolo Conor per solo 4 anni, prima dell’accidentale e fatale caduta del piccolo da una finestra di un appartamento. Della canzone Clapton ha detto “Ho cercato di descrivere il parallelo tra guardare gli occhi di mio figlio e gli occhi del padre che non ho mai incontrato, attraverso la catena del nostro sangue”.

Alain Clark – Father and friend

Una canzone per il papà abbastanza recente, dal motivetto facilmente memorizzabile e poi ricordata per esser stata eseguita da padre e figlio insieme. Nel testo si parla di genitorialità e amicizia e del riconoscere qualcosa di sè, guardandosi a vicenda.

George Michael – Father Figure

Con questa canzone, inserita nella raccolta Ladies & Gentlmen – The best of George Michael, l’artista si inseri nelle charts inglese e americana: fu pubblicata nel 1988 ed è stata in vetta alla Billboard Hot 100.

Cesare Cremonini – Padre madre

Il cantautore italiano ha scritto un brano per entrambi i genitori, descrittivo della loro fisionomia e del comportamento con il loro Cesare.

Mia Martini – Padre davvero

Parole non proprio bellissime da sentir dire per un padre quelle del testo interpretato dalla cantante morta prematuramente: la protagonista della canzone si chiede anche se è o non è realmente figlia del suo genitore e disprezza i consigli e la presenza del padre.

Andrea Bocelli – A mio padre/My father

Struggente brano quello del lirico dedicato al genitore: il protagonista è contento di assomigliare al padre e rassicura quest’ultimo di combattere sempre nella vita e cercare di conquistare le sue vittorie. Vorrebbe tanto il padre gli fosse sempre accanto e si congeda dicendogli “A presto”.

Belen Rodriguez – Tu

La show girl argentina interpretò questo brano insieme al padre, che l’accompagnò con la chitarra a Sanremo 2011: Belen Rodriguez si scopre in versione inedita, cioè nel ruolo di figlia e dimostra ancora una volta il suo forte attaccamento alla famiglia.

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE