in foto: Antonio Maggio nel video di "Amore pop"

Antonio Maggio è stato il primo vincitore di X Factor, ma in molti lo ricordano soprattutto per la vittoria a Sanremo Giovani, perché in quella prima edizione del talent che oggi è passato a Sky, dopo i primi anni in Rai, il cantante era accompagnato dagli Aram Quartet, in edizioni che ancora non erano quelle macchine da guerra che sarebbero diventate qualche anno dopo, sfornando cantanti da classifica a ritmo annuale, alcuni destinati a sfondare e altri a galleggiare in acque non felicissime.

Il percorso solista e la vittoria a Sanremo.

Il cantante salentino, dopo i primi attimi di notorietà, decise di proseguire il percorso da solo, con l'ormai nota vittoria del 2013 sul palco dell'Ariston con la canzone "Mi servirebbe sapere" certificato Disco d’oro, e seguito dal suo primo album solista "Nonostante tutto" coronato da un lungo tour di 40 date, prima di pubblicare il secondo album "L'Equazione", che vide la luce nel 2014 e che conteneva il singolo “Santo Lunedì”, scelto anche come sigla delle trasmissioni sportive "Il Processo del Lunedì" e "90° Minuto" (in precedenza pubblico, con lex gruppo, due album “chiARAMente” nel 2008 e “Il pericolo di essere liberi” nel 2009).

Il nuovo singolo e l'album nel 2017.

Restare sulla cresta dell'onda, però, non è semplice e così oggi il cantante pugliese cerca il ritorno di popolarità con una canzone dal sapore (e dal nome) pop, "Amore pop", appunto, che anticipa il terzo album di inediti che uscirà nel 2017 per la Mescal. Prodotta da Diego Calvetti, il pezzo di Maggio mescola l'elettronica e la scrittura del cantante, ha un sapore estivo e si poggia sul piano e su un testo che che racconta un amore non sempre semplicissimo ("Noi che non siamo per l’amore pop / che non ci fa stare bene").

Il video della canzone.

E anche il video, diretto da Mauro Russo, si poggia sul piano del cantante e su due protagonisti che si cercano e inseguono senza mai riuscire ad incontrarsi

"Nel videoclip di Amore Pop sono state messe in scena esattamente tutte le sfumature e le emozioni che io ho messo in musica, fatto che non é assolutamente scontato che accada. Il cantante lo spiega così

La ricerca continua di qualcuno o qualcosa che prima insegui, poi raggiungi e infine si sgretola inaspettatamente tra le mani, il tormento di un sentimento grezzo che solo il tempo, con le sue cure, può rendere unico e inimitabile; e poi le atmosfere continuamente sospese tra l'onirico e il reale, i giochi di luce naturali, merito di una location incredibile.