in foto: Luigi Tenco (sx) e Tiziano Ferro (dx)

"Mi sono innamorato di te" è una delle canzoni più famose di Luigi Tenco, anche se raggiunse lo status di vero e proprio must solo anni dopo la pubblicazione, storia comune all'opera di Tenco, che diventò un classico solo dopo la sua morte, avvenuta 50 anni fa a Sanremo. E in occasione del cinquantenario dalla morte, quest'anno il Festival di Carlo Conti gli renderà omaggio e tra gli altri, a cantarlo, ci sarà anche Tiziano Ferro, ospite della prima serata, che tra i due singoli dell'ultimo album "Il mestiere della vita", "Potremmo ritornare" e "Il conforto" con Carmen Consoli, si esibirà anche nel singolo del 1962.

La storia di "Mi sono innamorato di te"

La canzone di Tenco, arrangiata da Giampiero Boneschi, uscì per la Ricordi nel novembre 1964 come Lato A nel 45 giri "Mi sono innamorato di te/Angela" e fu in parte criticata per quella prima strofa che recita: "Mi sono innamorato di te, perché non avevo niente da fare" e che lo stesso Tenco, in un'intervista a Epoca (via "1000 canzoni che ci hanno cambiato la vita" di Enzo Guaitamacchi), spiega così: "In un paese come il nostro dove l'amore gronda convenzione in ogni sua descrizione ufficiale, l'affermazione è suonata come una bestemmia, ma se avessimo tutti un briciolo di coraggio, quanta verità scopriremmo in questa sincera dichiarazione. Tanto più che il mio innamorato viene alla fine invaso da un sentimento vero che lo spinge a cercare tutta la notte la donna che ama".

Il testo della canzone di Luigi Tenco.

Mi sono innamorato di te
perché
non avevo niente da fare
il giorno
volevo qualcuno da incontrare
la notte
volevo qualcuno da sognare

mi sono innamorato di te
perché
non potevo più stare sola
il giorno
volevo qualcuno da sognare
la notte
parlare d’amore

ed ora
che avrei mille cose da fare
io sento i miei sogni svanire ma
non so più pensare
a nient’altro che a te

mi sono innamorato di te
e adesso
non so neppure io cosa fare
il giorno
mi pento di averti incontrato
la notte
ti vengo a cercare

ed ora
che avrei mille cose da fare
io sento i miei sogni svanire ma
non so più pensare
a nient’altro che a te

mi sono innamorato di te
e adesso
non so neppure io cosa fare
il giorno
mi pento di averti incontrato
la notte
ti vengo a cercare