La morte di Chester Bennington ha lasciato un vuoto incolmabile nei fan ma soprattutto nella band, spiazzata dal gesto del cantante. Così dopo l'iniziativa di aprire un sito tutto dedicato a lui, arrivano le prime parole ufficiali da chi ha speso una vita insieme all'artista.

Caro Chester, il nostro cuore è a pezzi. L'onda d'urto del dolore, della negazione di quanto successo, stanno ancora attraversando la nostra famiglia quando pensiamo a quello che è successo. Hai toccato così tante vite, forse più di quanto ci si rendesse conto. Negli ultimi giorni abbiamo potuto assistere ad una manifestazione di amore e sostegno, in pubblico e in privato, proveniente da tutto il mondo. Talinda e la tua famiglia lo hanno apprezzato, vogliono che il mondo sappia che sei stato il miglior marito, il miglior figlio, il miglior padre. Adesso non sarà mai più completa senza di te. Parlando con loro degli anni che abbiamo trascorso insieme, il tuo entusiasmo è stata contagioso. La tua assenza lascia un vuoto che non potrà mai più essere riempito. Manca una voce imponente, divertente, ambiziosa, creativa, gentile, generosa. Stiamo cercando di ricordare che i demoni che ti hanno preso e portato via da noi, hanno sempre fatto parte di tutto questo. Dopo tutto, è stato il modo in cui hai cantato quei demoni che hanno fatto sì che tutti si innamorassero di te. Li hai messi in mostra senza paura, ci hai insegnato ad essere più umani. Avevi il cuore più grande. Il nostro amore per la musica è inestinguibile e non sappiamo quale strada prenderà il nostro futuro, ma sappiamo che ogni nostra vita è stata migliorata da te. Grazie per questo dono. Ti amiamo e ci manchi tanto. Fino a quando non ci vedremo di nuovo. LP.

Dopo la morte di Chester Bennington, cantante dei Linkin Park, la band ha deciso di costruire un sito in suo onore e dedicato alla prevenzione dai suicidi. Il cantante si è impiccato nella sua stanza da letto lo scorso 20 luglio, lasciando sgomenti i suoi compagni, familiari e amici anche perché erano tanti i progetti a cui stava lavorando, compreso l'imminente tour americano che sarebbe dovuto partire tra pochi giorni e che, ovviamente, è stato annullato a seguito della tragedia.