in foto: George Michael (Getty Images)

Alla fine il funerale di Michael Jackson si è svolto e lo ha fatto in forma totalmente privata lo scorso mercoledì, come annunciato in un comunicato stampa ufficiale da parte della famiglia. Dopo i risultati dell'autopsia di qualche settimana fa il corpo del cantante, morto lo scorso Natale, è stato restituito alla famiglia che ha potuto organizzarsi per la sepoltura. Le esequie si sono tenute, quindi, nel cimitero londinese di Highgate, e il cantante è stato sepolto accanto alla madre, confermando le voci che hanno cominciato a girare qualche settimana fa. Nella nota resa pubblica, i portavoce della famiglia hanno scritto: "I familiari e gli amici stretti si sono stretti per la piccola cerimonia privata, per dire arrivederci al nostro amatissimo figlio, fratello e amico".

Subito dopo sono arrivati i ringraziamenti per i fan e le richieste di privacy per la famiglia: "La famiglia di George Michael vorrebbe ringraziare i fan di tutto il mondo per i loro messaggi d'amore e supporto. Vi chiediamo inoltre di rispettare la richiesta di privacy da parte della famiglia in modo che possano continuare a vivere le loro vite in modo privato, fuori da qualunque intrusione da parte dei media. Non saranno forniti ulteriori dettagli".

Tra coloro che hanno partecipato alla funzione, stando a quanto scritto da People c'erano anche l'ex Kenny Goss, gli ex Wham! Andrew Ridgeley, Helen ‘Pepsi’ DeMacque-Crockett e Shirlie Kemp e anche il compagno Fadi Fawaz, la cui partecipazione è stata oggetto di enormi polemiche nei mesi scorsi. Dopo un aprima autopsia che non aveva dato risultati rilevanti e le voci che avevano cominciato fin da subito a circolare, lo scorso 7 marzo il coroner inglese ha confermato che la morte del cantante era avvenuta per cause naturali e per la precisione, stando al referto, per "Cardiomiopatia dilatativa con miocardite e steatosi epatica".