in foto: Taylor Swift e Kendrick Lamar ai Grammy Awards 2016 (Foto Getty)

Nella notte sono stati assegnati i Grammy Awards 2016, ovvero i più importanti premi musicali americani – assegnati dall'associazione che rappresenta i lavoratori dell'industria musicale -, con una serata che si è svolta allo Staples Center di Los Angeles, in California e presentata dal rapper LL Cool J. Nominato in 11 categorie, il rapper Kendrick Lamar, autore dell'album ‘To PImp a Butterfly' è stato il più premiato, aggiudicandosi 5 statuette – Best Rap Album , Best Rap Song e Best Rap Performance per ‘Alright, Best Rap/Sung Collaboration per ‘These Walls' e Best Music Video per la collaborazione con Taylor Swift in Bad Blood -, ma perdendo quelle nelle categorie principali.

Miglior album per ‘1985' di Taylor Swift.

Il premio come miglior album, ad esempio, va a Taylor Swift per ‘1985', uno degli album dei record dello scorso anno, che si prende anche quello per ‘Best Pop Vocal Album', mentre per la prima volta anche il cantante inglese Ed Sheeran si aggiudica una statuetta, come ‘Migliore canzone' per ‘Thinking Out Loud'. Il disco singolo dell’anno è di Mark Ronson, con ‘UpTown Funk', mentre la migliore nuova artista è Meghan Trainor, mentre in campo rock fanno incetta gli Alabama Shakes (Best Rock Song, Best Rock Performance e Best Alternative Album), mentre il miglior album va a ‘Drones' dei Muse. A D'Angelo il Best R&B Album per ‘Black Messiah' e il premio per Best R&B Song a ‘Really Love', mentre tra i premi Latin vincono anche Ricky Martin e Natalia Lafourcade.

L'omaggio di Lady Gaga a David Bowie.

Una delle attese principali era quella per Lady Gaga che durante la serata ha reso omaggio a David Bowie – come aveva preannunciato con un tatuaggio che lo ritraeva in versione Aladdin Sane – presentando alcuni successi del cantante come ‘Space Oddity', ‘Changes', ‘Ziggy Stardust', ‘Suffragette', ‘Rebel Rebel', ‘Fashion', ‘Fame', ‘Let’s Dance', ‘Heroes'. Poco prima dell'esibizione, la cantante ha postato un video sul suo canale Instagram in cui si riprendeva mentre la truccavano e piangeva con le note in sottofondo del cantante di ‘Blackstar'. Ma David Bowie non è stato l'unico cantante ricordato, ma la serata ha avuto spazio anche per BB King, omaggiato da Christ Stapleton, Gary Clark Jr e Bonnie Raitt, Michael Jackson, che 35 anni fa vinceva il suo primo Grammy, Glenn Frey degli Eagles morto nel gennaio scorso, e Maurice White, fondatore degli Earth, Wind & Fire.

Grammy 2016: i vincitori principali.

Album of the Year:
Taylor Swift – 1989

Record of the Year
Mark Ronson featuring Bruno Mars – “Uptown Funk”

Song of the Year
Ed Sheeran – “Thinking Out Loud”

Best New Artist
Meghan Trainor

Best Rock Song
Alabama Shakes – “Don’t Wanna Fight”

Best Rock Album
Muse – Drones

Best Rock Performance
Alabama Shakes – “Don’t Wanna Fight”

Best Alternative Album
Alabama Shakes – Sound & Color

Best Rap Album
Kendrick Lamar – To Pimp A Butterfly

Best Rap Song
Kendrick Lamar – “Alright”

Best Rap Performance
Kendrick Lamar – “Alright”

Best Pop Duo/Group Performance
Mark Ronson featuring Bruno Mars – “Uptown Funk”

Best Pop Vocal Album
Taylor Swift – 1989

Best Dance/Electronica Album
Skrillex and Diplo – Skrillex And Diplo Present Jack Ü

Best Dance Recording
Skrillex and Diplo featuring Justin Bieber – “Where Are Ü Now”

Best Urban Contemporary Album
The Weeknd – Beauty Behind the Madness

Best Score Soundtrack For Visual Media
Antonio Sanchez – Birdman

Best Music Video
Taylor Swift featuring Kendrick Lamar – “Bad Blood”

Best Music Film
Amy Winehouse – Amy

L'elenco completo dei vincitori è sul sito ufficiale dei Grammy.