in foto: George Michael (Getty Images)

George Michael è morto a causa di un arresto cardiaco, benché i motivi non siano ancora del tutto chiari neanche dopo una prima autopsia. Questa zona d'ombra sulle motivazioni è riempita in questi giorni da alcune voci e anche da qualche tweet – successivamente annunciato come falso -, come successo qualche giorni fa dall'account del suo ultimo compagno che ha parlato, poi, di profilo hackerato (e successivamente chiuso). La ricerca delle motivazioni sul come sia potuta avvenire la morte di uno dei cantanti simbolo del ventennio 80/90 comunque va avanti, soprattutto dopo la notizia del Telegraph che voleva il cantante dipendente dall'eroina, notizia prontamente smentita dalla famiglia.

Di suicidio, comunque, si è molto parlato nei giorni scorsi e oggi alcuni tabloid inglesi tornano su quella che è stata una famiglia tormentata con un paio di episodi di suicidio in famiglia, un'ombra, dicono, con cui il cantante aveva fatto i conti in passato, ammettendo in vecchie interviste di averci pensato. Il Daily Mirror ricorda come suo zio e suo nonno probabilmente si siano uccisi entrambi con il gas, con il primo che si pensava fosse segretamente omosessuale. C'è anche una canzone di Michael che si intitola "My Mother Had A Brother" ("Mia madre aveva un fratello") e comincia così: "My mother had a brother They say that I was born on the day that he died" ("Mia madre aveva un fratello, mi dissero che nacqui nel giorno in cui morì") e pare che sia stata proprio la madre a trovare i corpi di entrambi. Il Mirror cita anche una vecchia intervista in cui il cantante dichiarava: "Lei (la madre, ndr) aveva questa paura che avrei fatto la fine di suo fratello. Pensava che avrebbe voluto dire che avrei dovuto lottare con la vita".

E in passato, in un'intervista al Guardian, Michael aveva anche affrontato quei suoi pensieri venuti a galla quando, mentre si stava riprendendo dalla morte del suo compagno Feleppa, morì la madre: "Dovevo stare proprio male per aver pensato al suicidio" spiegò, ma negli anni successivi divenne dipendente da Prozac e cannabis. Una vita complessa, quella del cantante, come nei giorni scorsi è stato abbondantemente analizzato, di dipendenze, depressione e incidenti, ma anche un talento cristallino, stroncato, però, lo scorso Natale.