in foto: George Michael (Kevin Winter/Getty Images)

Sarebbero tre gli album presenti negli archivi di George Michael ma che non si sa se vedranno mai la luce discografica. Come talvolta succede dopo la morte di un cantante famoso, sono gli archivi dati una delle cose che desta maggiore interesse nei fan, ovvero la possibilità di capire se in futuro si potrà ascoltare ancora qualche inedito, qualche versione rinnovata di vecchi successi o se ci si dovrà gettare sul catalogo già pubblicato e sulle raccolte postume. È il Mirror a dare la notizia di questi tre album su cui il cantante aveva speso tanti anni a lavorarci sopra, con la meticolosità che lo caratterizzava e che alla fine, però, aveva deciso non fosse il caso di pubblicare.

"Trojan Souls", "White Light" ed "Extended Play"

Era noto che all'album del 1990 "Listen Without Prejudice Vol 1" sarebbe dovuto seguire anche un Vol. 2 che, però, anche a causa dei problemi di Michael con la sua etichetta dell'epoca, la Sony con cui fu in causa, non vide mai la luce, nonostante alcune canzoni pensate per quell'album sarebbero, poi, finite nell'album benefico "Red Hot + Dance". Il tabloid inglese ha parlato di tre album, uno chiamato "Trojan Souls" che comprendeva anche una canzone postata e cancellata, ieri, dal compagno del cantante, Fadi Fawaz, uno altro intitolato "White Light" che avrebbe dovuto essere pubblicato dopo che Michael ne canto la title track durante la cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici di Londra del 2012 e un altro "Extended Play".

La canzone postata dall'ex Fawaz.

Ieri Fawaz aveva postato una canzone intitolata "This Kind of Love" accompagnandola con un post semplice che diceva "My Baby": un tweet che ha fatto molto discutere e che ha portato a una specificazione da parte dell'uomo che ha spiegato: "La canzone che ho postato l'ho trovata online e ce ne sono varie versioni, per favore fate le vostre ricerche se ritenete di essere professionali in quello che fate"

 "Nessuno può pubblicare inediti di Michael"

Pare che nell'album "Trojan Souls" ci sarebbero dovute essere collaborazioni con artisti del calibro di Stevie Wonder, Elton John, Sade, Seal, Bryan Ferry e Janet Jackson, ma per adesso non c'è nulla di certo, benché alcune tracce si possono trovare online. Con un altro tweet, invece, l'ex Wham! Andrew Ridgeley, rispondendo a chi gli chiedeva se non fosse il caso di rimettere in commercio una versione alternativa di "Careless Wispher", ha risposto: "No, GM controllava ogni sua uscita. Né io, né chiunque altro ha il diritto di trasgredire questo principio".