in foto: Geoff Nicholls e Tommy Iommi dei Black Sabbath (via Facebook)

Geoff Nicholls, tastierista dei Black Sabbath, è morto sabato, a 68 anni, a causa di un cancro ai polmoni, come ha confermato su Facebook il chitarrista della storica band, Tommy Iommi che ha scritto: "Sono molto dispiaciuto nell'apprendere la notizia della perdita di uno dei miei amici più cari e stretti, Geoff Nicholls. Soffriva da un po' di tempo di un cancro ai polmoni e ha perso la sua battaglia questa mattina. Io e Geoff siamo sempre stati molto vicini e lui è sempre stato un amico vero per me e mi ha supportato in ogni modo in questi 40 anni. Mi mancherà tantissimo e vivrà sempre nel mio cuore, finché non ci rivedremo. Riposa in pace, amico mio".

Nicholls entrò nei Black Sabbath nel 1979, subito dopo che la band cacciò Ozzy Osbourne, sostituendolo con Ronnie James Dio, facendo il suo esordio discografico l'anno successivo, quando il gruppo pubblicò l'album "Heaven and Hell", ma ne divenne membro effettivo solo cinque anni dopo, restandoci fino al 1996, quando Osbourne tornò un effettivo della band, e continuando a collaborare con la band almeno fino al 2004, quando il ruolo di tastierista fu preso da Adam Wakeman.

Fu Iommi a portarlo nei Black Sabbath, dopo aver collaborato con la prima band del tastierista, i Quartz, di cui produsse il primo album omonimo; alternò chitarra e basso, però, prima di appropriarsi definitivamente del ruolo di tastierista che mantenne (a parte un breve periodo) fino, appunto, al 1996. E proprio la sua prima band gli ha reso omaggio, sempre su Facebook, con un post in cui si legge come tutti i componenti della band "stanno lottando per cercare le parole giuste per esprimere i propri sentimenti e la tristezza riguardo alla morte del caro amico Geoff Nicholls" che da tempo non stava bene e si stava curando con chemio e radioterapie che non ne hanno evitato la morte: "In questi momenti bui la musica e i testi di Geoff parlano a volume altissimo a noi e per noi". Anche Osbourne ha voluto ricordarlo: "Geoff Nicholls è stato un mio grande amico per tantissimo tempo. Ci mancherà tantissimo, sono veramente dispiaciuto per questa notizia".