Si è conclusa dopo un anno la battaglia legale sui beni di Prince, la pop star morta il 21 aprile 2016. Il Tribunale del Minnesota ha stabilito che gli eredi legittimi del cantante sono i suoi sei fratelli, la sorella Tyka Nelso e i cinque fratellastri per un totale di 300 milioni di dollari. L'eredità rimarrà comunque non distribuita fino a quando gli appelli delle istanze degli altri eredi non saranno definitivamente respinti.

La questione è aperta. I genitori di Prince hanno avuto otto figli da diversi matrimoni e l'unica altra figlia della madre e del padre di Prince, è Tyka che su Facebook ha riportato: "Sono finalmente tornata ad essere la sorella legale di mio fratello". 

Nuovi dettagli sulle cause della morte.

La casa di Prince è stata trovata piena di oppiacei. A un anno dalla morte di Prince, emergono ulteriori dettagli sulle cause della scomparsa dalla pubblicazione dei mandati di perquisizione. Grazie a questa documentazione è stato reso noto che nella residenza di Paisley Park in Minnesota dove il cantante è morto, sono state trovati medicinali sparsi in tutta la casa, chiusi in contenitori per vitamine e in una valigia che recava il nome di ‘Peter Bravestrong', un alias spesso usato da Prince durante i suoi viaggi. Secondo CNN; però, nessuno dei farmaci in questione sarebbe stato prescritto a nome dell'autore di "Purple Rain". È emerso inoltre come la polizia abbia esaminato account email e comunicazioni via cellulare per far luce sulle circostanze del decesso.