Rudy Rotta si è spento a 66 anni. Alcuni mesi fa, gli è stata diagnosticata una malattia che non gli ha più permesso di esibirsi. In queste ore, l'artista ha perso la sua battaglia. Rudy Rotta è deceduto a Verona, città in cui risiedeva.

Il suo immenso talento, che coltivava sin dall'età di 14 anni, gli ha permesso di affermarsi nella scena blues e di essere apprezzato anche negli Stati Uniti. Nel corso della sua lunga e brillante carriera ha collaborato con artisti del calibro di Brian Auger, John Mayall, Robben Ford e Peter Green.

Inoltre, si è esibito su palchi prestigiosi come quello del Jazz Festival di Montreaux, insieme a B.B.King, Allman Brothers, Luther Allison, John Mayall, John Hammond, Taj Mahal e Larry Carlton. Come dicevamo, Rudy Rotta è riuscito a guadagnarsi la stima del pubblico americano, che lo ha definito ‘Europe's Top Act'. Un affetto decisamente ricambiato. Nel 2006, infatti, l'artista decise di registrare a New Orleans, insieme a musicisti americani, ‘Winds of Lousiana‘, uno degli oltre 16 album che pubblicò nel corso della sua carriera. I più recenti ‘The Beatles vs The Rolling Stones' e ‘Volo sul Mondo'. Tra gli omaggi ricevuti dall'artista, anche un modello della Fender Stratocaster a lui dedicato, la ‘Rudy Rotta Signature'.