Robert Miles, all'anagrafe Roberto Concina, è morto nella notte ad Ibiza. Il dj nato in Svizzera da genitori italiani si è spento sull'isola iberica a soli 47 anni. Il suo album "Dreamland" uscì in Italia nel 1995 e nell'estate del 1996 diventa un successo mondiale. Il singolo "Children" ha venduto oltre 5 milioni di copie diventando un successo mondiale e riscrivendo i confini della musica "trance".

Naturalizzato italiano dopo che, in giovane età, insieme con la sua famiglia, si stabilisce nel nostro Paese, esattamente in Friuli dove studia pianoforte. È stato l'unico italiano a vincere il Brit Award come Best International New Come. Per ora sono ancora ignote le cause della morte ma si parla di una malattia che avrebbe colpito il dj ormai da tempo.

Stando a quando riferisce EDM, la notizia della morte di Miles è stata confermata via Facebook dall'amico del musicista e da un collaboratore di lunga data, Joe T. Vannelli, che scrive: "La tragica notizia della scomparsa di un grande talento e artista del nostro tempo, mi rende incredulo e sconvolto. Con lui se ne va anche una parte della mia vita di produttore artista. Mi mancheranno i litigi, le risse, le critiche, i giudizi ma soprattutto il tuo talento nel trovare suoni e melodie impareggiabili".

Il ricordo di Fargetta.

Mario Fargetta in un commosso ricordo sui social scrive "Sono stato il primo a suonare la tua Children a Radio Deejay. Non riesco ancora a crederci come uno di noi ci deve lasciare. Robert Miles R.I.P."

Childern il singolo che lo portò al successo mondiale.

Hit dell'estate 1996, Children è stata la canzone che ha consacrato Dj Miles nell'universo della musica elettronica.