Anche Nesli passa dalla Siae a Soundreef per quanto riguarda la gestione dei propri diritti d’autore, seguendo il trend di alcuni cantanti che nello scorso anno hanno deciso di dare fiducia all'azienda anglo italiana fondata da Davide d’Atri e che dallo scorso marzo è stata autorizzata a operare sul mercato europeo dei diritti d’autore in ambito musicale. Qualche mese fa fece molto discutere la scelta di Fedez e Gigi D'Alessio, due pezzi da novanta della musica italiana, di cambiare aria, mentre nei giorni scorsi anche il giovane Tommaso Pini, che vedremo al prossimo Festival di Sanremo tra le Nuove proposte, aveva scelto Soundreef.

"Sono contento di questa nuova collaborazione con Soundreef, società giovane e competitiva che offre un’alternativa valida per la raccolta e la rendicontazione dei diritti. Soundreef è un’azienda che ho trovato da subito estremamente stimolante per un cantautore come me, con lo sguardo sempre proiettato verso il futuro. Questo è l’inizio non è la fine" ha dichiarato il cantante di Senigallia, che quest'anno sarà a Sanremo tra i Big assieme ad Alice Pabi – vincitrice dell'ultima edizione di “The Voice” – con cui interpreterà la canzone "Do retta a te" e che nel 2016 ha pubblicato il suo ultimo album "Kill Karma".

D'Atri ha commentato così il passaggio di un cantante che "ha avuto la forza di scrollarsi di dosso le etichette di genere"

Siamo felicissimi che anche un artista come Nesli abbia scelto i nostri servizi ed entri a far parte della ormai numerosa famiglia Soundreef. E’ un autore che impressiona per produttività e che sa spiazzare con semplicità. Ha avuto la forza di scrollarsi di dosso le etichette di genere per fare semplicemente ciò che voleva: scrivere canzoni. Per noi è una gratificazione per il lavoro svolto e un’ulteriore testimonianza della validità e dell’efficacia dei servizi che offriamo.