Con la canzone “Nessun grado di separazione” già portata a Sanremo 2016, Francesca Michielin si classifica 16esima agli Eurovision Song Contest 2016. Come già accaduto nel corso delle precedenti edizioni – con Marco Mengoni, Emma Marrone e Il Volo – l’Italia non riesce a classificarsi nei primi posti della classifica nel corso della competizione che vede duellare tra loro tutti i paesi d’Europa. La Michielin, sommando i voti espressi dai paesi in gara e quelli ricevuti attraverso il televoto, è riuscita a totalizzare solo 128 punti ottenuti sommando i 94 della giuria ai 34 del televoto. Nessuna possibilità per lei che torna a casa classificandosi con il penultimo risultato più basso ottenuto dall’Italia negli ultimi anni. Il record negativo, invece, appartiene a Emma Marrone che agli Eurovision Song Contest 2014 si classificò 21esima con soli 33 punti.

La vincitrice è Jamala.

A vincere gli Eurovision Song Contest 2016 non è stata l'italiana Francesca Michielin ma  la cantante Jamala che ha regalato la vittoria all'Ucraina portando in gara la canzone “1944”, un brano importante che racconta la storia della deportazione dei tatari di Crimea avvenuta per volere dell’Unione Sovietica di Stalin. Il brano si ispira alla storia della nonna di Jamala, Nazylchan, che a 25 anni dovette trasferirsi nell’Asia centrale insieme ai suoi 4 figli. Una di loro morì durante il lungo e difficile viaggio. Il nonno della cantante e marito di Nazylchan combatteva accanto all’Armata Rossa e non riuscì a proteggere la sua famiglia dalla deportazione. L’Ucraina ha sottratto la vittoria per un soffio all’Australia, risultata essere la più votata dai paesi in gara. La cantante Dami Im ha portato in gara la canzone “Sound of Silence” che ha ottenuto ben 511 punti, contro i 534 ottenuti dall’Ucraina. Al terzo posto si è classificata la Russia con Sergej Lazarev e il brano “You are the only one”.