in foto: Pink, Jared Leto e Katy Perry

Gli Mtv Vma 2017, i premi che Mtv dà per i migliori video dell'anno sono uno degli appuntamenti più attesi dell'anno, ma non solo per la parte delle statuette, visto che storicamente è stato palco di grandi faide, esibizioni che hanno fatto parlare e continue polemiche che spesso vanno oltre la musica. E anche questa volta, nonostante non ci siano stati episodi come il famoso twerking di Miley Cyrus che fece discutere per settimane, c'è stato qualcosa di cui parlare. Ecco, ad esempio, tre esempi di quello che accade anche al di là della musica.

La faida tra Katy Perry e Taylor Swift.

Nei giorni scorsi si è parlato della possibilità che Katy Perry, conduttrice di questa edizione, e Taylor Swift, mettessero fine alla faida che le vede protagoniste da qualche anno e che dopo qualche parola di riavvicinamento da parte della Perry è precipitata in questi ultimi giorni con l'uscita dei nuovi singoli delle due. Niente stretta di mano, insomma, ma prima l'esibizione della Perry in "Swish swish", nel cui video, pubblicato qualche giorno fa, qualcuno ha visto proprio riferimento all'ex amica e l'anteprima del nuovo video di Taylor Swift in cui qualcuno ha visto attacchi a lei e a Kanye West.

Jared Leto in memoria di Chester Bennington.

È toccato a Jared Leto, cantante dei Thirty Seconds To Mars e premio Oscar, ricordare Chester Bennington (e Chris Cornell) durante la serata: "Mtv mi ha chiesto di venire questa sera per dire due parole su Chester e il grande Chris Cornell, due artisti con cui ho avuto il piacere di andare in tour" ha cominciato Leto prima di spiegare l'importante del cantante dei Linkin Park, suicidatosi a luglio, per lui: "Chester era un mio amico, così come lo era per molti di noi, ed essere stato un testimone della sua vita mi ha insegnato cose importanti, soprattutto per quanto riguarda il lavorare incessantemente, seguire i propri sogni ed essere gentile. Quando penso a lui, vedo il suo volto che sorrideva sempre e penso al suo cuore, e al suo mostrare sempre i suoi sentimenti. E ricordo la sua voce, allo stesso tempo feroce e delicata, una voce che non morirà mai. Leto, poi, si è rivolto a tutti coloro che lo stavano guardando e che avevano difficoltà: "Non siete soli, c'è sempre una soluzione". Alla fine del discorso è partito un video in suo onore che mostrava i Linkin esibirsi in una performance, proprio ai Vma nel 2010.

Il discorso emozionante di Pink alla figlia.

Anche Pink è stata una delle protagoniste di questa serata, ma non solo per un'esibizione, bensì per il discorso di accettazione del Michael Jackson Video Vanguard Award che non è stato il solito discorso di ringraziamento, ma un'occasione per parlare di una storia personale che è anche universale, ovvero quella sull'accettazione del proprio corpo. la cantante, infatti, ha voluto raccontare una storia, quella della figlia che, mentre erano dirette a scuola, le ha detto che era la bambina più brutta che conosce e che sembra un bambino con i capelli lunghi. A quel punto la cantante, sconvolta, è tornata a casa e ha preparato un Power Point: "E in questa presentazione c'erano rock star androgine e artisti che si sono goduti ogni momento della loro vita (…) e ispirato il resto del mondo. Artisti come  Michael Jackson, David Bowie, Freddie Mercury, Annie Lenox, Prince, Janis Joplin, George Michael ed Elton John" e dopo ha chiesto alla figlia se volesse che lei tagliasse i capelli, si vestisse diversamente e si mostrasse in maniera diversa al mondo, ricevendo il no della figlia: "Perfetto, figlia mia, noi non cambiamo (…) e tu sei bellissima così come sei" (qui il discorso intero).